fbpx
adv-886
<< SPORT

Serie A: quindicesima giornata prima della sosta, Napoli saldamente al comando

| 14 Novembre 2022 | SPORT

Negli anticipi di Serie A, per la quindicesima giornata, si inizia nella gara di Venerdì vinta in casa dall’Empoli che batte per due a zero una Cremonese, che nonostante la sconfitta, non ha sfigurato sul piano tattico. Due occasioni per l’Empoli, due goal siglati da Cambiaghi al 46 ‘ e da Parisi al minuto 88. Per gli ospiti tante occasioni, neutralizzate dall’estremo difensore empolese Vicario, che in più occasioni ha salvato il risultato. Empoli in zona salvezza, Cremonese che non riesce ad uscire dalla zona rossa della classifica, ferma a quota sette punti.

Negli anticipi del Sabato è profondo rosso, per la Sampdoria di Stankovic, che incassa un’altra sconfitta, stavolta al Galileo Ferraris di Genova, ad opera del Lecce di Mister Baroni, che grazie al due a zero rifilato ai blucerchiati, si allontana di ben otto lunghezze dalla zona retrocessione. Per la cronaca Lecce in vantaggio con Colombo allo scadere del primo tempo e raddoppio di Banda all’83’.

Dopo la pesante sconfitta a San Siro contro l’Inter, il Bologna nel suo Dall’Ara liquida il Sassuolo per tre a zero. La squadra guidata da Thiago Motta, vince e convince contro un Sassuolo, inerme e che non è nemmeno l’ombra di se stesso. I goal sono stati siglati da Aebischer al 30′ e da Arnautovich al 50′. Al 78′ Ferguson chiude la gara siglando il tre a zero. Bologna, che viaggia spedito verso la salvezza e Sassuolo che continua tra alti e bassi, ma comunque lontano dalla zona rossa della classifica.

adv-744

Al Maradona Stadium, il Napoli continua la sua striscia positiva di vittorie, con la sua undicesima vittoria utile e consecutiva ai danni dell’Udinese. Partenopei in vantaggio al quarto d’ora con Osimhen, seguito da Zielinskij al 31′ per il raddoppio. Nella ripresa Elmas, sigla il tre a zero al 58′, annichilendo l’Udinese. Reazione d’orgoglio per i friulani che al 79′ segnano con Nestorovskij e all’82’ provano a riaprire la gara con Samardzic, ma senza incidere più di tanto. Napoli capolista, Udinese che scivola verso il centro classifica.

Allo Gewiss Stadium di Bergamo nelle sfide domenicali, l’Atalanta ospita l’Inter in una gara vinta dagli ospiti , dopo il vantaggio dell’Atalanta su calcio di rigore al 25′ con Lookman. Inter in pressing e Atalanta pronta a ripartire, cercando di sorprendere la traballante difesa interista. Dzeko, toglie le castagne dal fuoco pareggiando i conti al 36′ e portando l’Inter in vantaggio al 56′. Atalanta tramortita e direttamente sfiancata dall’autogoal di Palomino al 66′.Lo stesso Palomino al 77′, riapre la gara con un goal che conferma la precaria difesa interista con oltre venti goal subiti in quindici gare. Atalanta in caduta libera, lontana dalla vetta che conta e Inter che dopo la batosta con la Juventus, chiude questa quindicesima giornata con la seconda vittoria di fila, correndo verso la zona Champions.

Brivido granata all’Olimpico, dove la Roma di Mourinho viene fermata sul risultato di uno a uno dal Torino. Succede tutto nella ripresa, quando Linetty al 55′ sorprende i giallorossi, portando il Torino in vantaggio. Mourinho, inserisce Dybala e la partita cambia, quando l’argentino si procura un calcio di rigore, battuto dall’ex granata Belotti. Pallone sul palo e Torino, sempre avanti fino al 94′, quando la Roma pareggia i conti con Matic. Roma che rimane aggrappata al treno per l’Europa (prematuro dire quale sia la fermata), Torino sospeso nel limbo, tra centroclassifica e zona salvezza.

Il Monza, continua la corsa verso la salvezza liquidano per tre a zero, la Salernitana che fino a qualche settimana fa, sorprendeva tutto, grazie al passo spedito degli uomini di Nicola, diretti verso il centro classifica. I brianzoli, passano in vantaggio con Carlos Augusto al 24′ e raddoppiano al 35′ con Dani Mota. Salernitana sempre e comunque pericolosa in fase offensiva, Monza corto e pronto a ripartire. Il terzo goal lo sigla capitan Pessina al 75′ su calcio di rigore.

Verona sempre ultimo in classifica e Spezia che guadagna tre punti d’oro, nella gara disputata al Bentegoti. Vantaggio illusorio per i padroni di casa al 30′ con Verdi. Montipo’, nega il pari più volte all’intraprendente Spezia, fino al pareggio meritato dei liguri con Nzola al 53′. L’angolano, si ripete al 69′ siglando il due a uno in rimonta e regalando tre punti in chiave salvezza alla, squadra di Luca Gotti.

A San Siro il Milan, ospita una Fiorentina che non perde tempo a giocarsela fin dalle prime battute iniziali. Rossoneri, seppur scafati e macchinosi, passano in vantaggio con Leao al 2′ minuto di gioco. Al 28′ minuto di gioco, la Fiorentina pareggia con Barak che sorprende il pacchetto arretrato rossonero, con un tiro deviato da Thiaw. Qualche occasione per Diaz (De Katelaere avrà tempo di mettersi in mostra in Qatar) e Tonali, ma resta sempre un Milan poco lucido nei sedici metri avversari. Nella ripresa, Milan che fa gran fatica a costruire gioco e Fiorentina che gestisce agevolmente, calpestando i sedici metri rossoneri. Al 91′ la beffa per i viola arriva con un autogoal di Milienkovic che regala tre punti ai rossoneri e il secondo posto alle spalle della capolista Napoli. Fiorentina, lontana dall’Europa che conta.

Allo Juventus Stadium, arriva la Lazio di Sarri  e trova una Juventus in gran forma e senza patemi, visti i graduali recuperi di Chiesa e Di Maria e la ritrovata striscia di vittorie che ha portato l’undici di Allegri al terzo posto, superando la Lazio, battuta per tre reti a zero. Mose Kean trova la via del goal al 43′ e al 54′ della ripresa. Chiude la gara un rigenerato Milik all’89’ minuto di questo posticipo serale che chiude la quindicesima giornata di Serie A, con il Napoli ancora protagonista e con Milan, Juventus, Lazio e Inter in zona Champions.

La tanto attesa pausa per i mondiali in Qatar arriva con il rammarico per la mancata partecipazione dell’Italia, la serie A riprenderà dopo il mondiale con una sfida dal sapore particolare: Inter Napoli.

TAG: calcio, Mondiali 2022, Napoli, Serie A
adv-33
Articoli Correlati