fbpx
adv-69
<< POLITICA

Elezioni, Conte (M5S): “Serve reazione europea a caro energia”

| 9 Settembre 2022 | POLITICA

Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle, è stato ospite di Casa Italia, il programma di Sky TG24 condotto da Fabio Vitale e dedicato al voto del 25 settembre per il rinnovo del Parlamento.

In apertura Conte ha dedicato un pensiero alla regina Elisabetta, morta nel pomeriggio. L’ho incontrata nel 2019 a Buckingham Palace. Questa sua monarchia si caratterizza non solo per l’estensione temporale, ma anche per un senso di grande dignità, autorevolezza, dedizione con cui ha interpretato questo ruolo. È sempre rimasta in sintonia, molto amata dai sui concittadini”, ha detto il leader del M5S.

Sulla mossa di oggi della presidente della Bce Christine Lagarde, che ha alzato i tassi d’interesse di 0,75 punti, Conte ha commentato: “L’aumento del costo del denaro qualche perplessità la solleva”. “Nota positiva è lo scudo anti-speculazione: la Bce dà un grande contributo per preservare il mercato unico europeo e l’equilibrio molto fragile in questo momento del sistema economico”, ha aggiunto.

adv-286

“Noi avevamo denunciato nei mesi scorsi la spirale recessiva e avevamo incalzato il governo perché ci fosse una reazione europea forte a livello di Energy Recovery Fund, un debito pubblico comune europeo, un piano d’acquisto comune, stoccaggi comuni e anche un price cap. Perché è evidente che una emergenza del genere richieda una reazione comune”, ha aggiunto. E ancora: “Gli aiuti sono insufficienti, occorreva una reazione europea – non dei singoli Stati – e occorreva inchiodare i partner europei a una strategia comune”.

Altro tema toccato è quello del Dl Aiuti. “Il M5S non ha bloccato gli aiuti alle famiglie a alle imprese”, ha detto Conte. Poi si è parlato del Superbonus. “Il Pil positivo è dovuto ancora al Superbonus”, ha sottolineato il leader del M5S. E ha snocciolato dei numeri sul “bonus 110%: 28 miliardi di investimento, per un ritorno complessivo di oltre 12 miliardi, più 630mila nuovi occupati tra settore delle costruzioni e indotto”.

Conte ha parlato anche del tema alleanze. “Per noi la chiarezza e la coerenza della proposta politica sono fondamentali – ha spiegato -. Non abbiamo mai sposato ammucchiate e cartelli elettorali. Ho sempre parlato non di alleanze strategiche ma di un dialogo, perché per noi gli obiettivi politici sono prioritari. Per noi è imprescindibile rispettare i nostri valori e principi.

Il Pd, con la scelta opportunista di abbracciare il campo largo, ha preferito altri a noi, ha fatto un calcolo sbagliato sul nostro consenso giudicato in calo. Noi andiamo orgogliosamente da soli. Non accetteremo mai di fare compromessi al ribasso. Andare da soli ci rende più forti, come dimostrano i trend di crescita”. Conte ha poi aggiunto: “Se i cittadini oggi non vengono più a votare è perché le forze politiche indicano delle riforme spesso molto vaghe ma in realtà chiedono un mandato in bianco. Noi non facciamo questo”.

“Confidiamo di avere i numeri per fare da soli, se non sarà possibile valuteremo se ci sono le condizioni per perseguire i nostri obiettivi politici indicati ai cittadini con una qualche formula di governo, ma non siamo disponibili ad ammucchiate”, ha ribadito ancora.

TAG: elezioni, Giuseppe Conte, M5S
adv-51
Articoli Correlati