fbpx
adv-638
<< EUROPA

La Finlandia pronta a lasciare la neutralità per la Nato

La Russia minaccia ritorsioni.
| 14 Maggio 2022 | EUROPA

Dopo la seconda guerra mondiale, quando l’Europa era divisa tra il potere comunista e quello capitalista, l’Unione Sovietica chiese alla Finlandia di astenersi dall’entrare nella NATO o dall’impegnarsi nella politica estera dell’Occidente.

In cambio, i sovietici permisero alla Finlandia la sua indipendenza come nazione neutrale. Questo processo, che in seguito ha dato origine alla frase finlandizzazione, ha assicurato la pace ma ha effettivamente impedito alla Finlandia la piena indipendenza politica.

Prima della guerra in Ucraina, la Russia ha proposto la finlandizzazione dell’Ucraina, assicurando che l’Ucraina potesse rimanere completamente indipendente, fintanto che si fosse smilitarizzata e si fosse astenuta dall’entrare nella NATO.

adv-623

Con le promesse infrante e i proiettili che ora cadono in tutta l’Ucraina, anche la Finlandia ha ora rifiutato la propria finlandizzazione. Il 12 maggio, il presidente finlandese Sauli Niinistö e il primo ministro Sanna Marin hanno acconsentito alle pressioni politiche e hanno ufficialmente approvato l’ascesa della Finlandia alla NATO. La Finlandia dovrebbe ora chiedere l’adesione a pieno titolo già dalla prossima settimana.

Questo è un cambiamento significativo di sintonia dalla Finlandia. Poco prima della guerra, i funzionari finlandesi hanno descritto l’adesione alla NATO come un’inutile provocazione contro Mosca. Ora, mentre la Russia minaccia l’Europa con armi nucleari e una guerra totale, i due leader hanno affermato che “la Finlandia deve presentare domanda per l’adesione alla NATO senza indugio”.

Anche la Svezia, che ha mantenuto la sua neutralità sin dalle guerre napoleoniche, ha assistito a una rinascita di interesse per l’adesione alla NATO, soprattutto nel contesto delle ripetute violazioni dello spazio aereo svedese da parte di jet militari russi. Probabilmente anche la Svezia farà domanda di adesione nel prossimo futuro.

Le autorità russe stanno già minacciando la Finlandia ei partner della NATO. Lo stesso giorno in cui la Finlandia ha dichiarato la sua intenzione di aderire all’alleanza, la Russia ha minacciato “passi di rappresaglia, sia di tipo tecnico-militare che di altra natura”.

La Russia vede l’adesione della Finlandia alla NATO come un’altra minaccia ai suoi confini. La nazione originariamente aveva inquadrato la sua invasione dell’Ucraina intorno alle preoccupazioni dell’espansione della NATO nel paese. Nel suo discorso del 9 maggio, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che era necessario prevenire i piani di invasione della NATO .

Il segretario stampa del Cremlino Dmitry Peskov, in una conferenza stampa il 12 maggio, ha affermato che l’adesione della Finlandia alla NATO “mina certamente la sicurezza della Russia e comporterà l’elaborazione da parte della Russia di misure per garantirne la sicurezza”.

La Finlandia condivide un confine lungo 1.340 chilometri con la Russia in alcune delle regioni più fredde del Nord Europa. Si teme che la Russia possa tentare di intensificare il conflitto intorno alla Finlandia spostando sottomarini con capacità nucleare nel Mar Baltico, al fine di minacciare i membri della NATO circostanti.

Per diversi anni, sia la Finlandia che la Russia si sono affrettate a garantire nuove rotte marittime artiche e l’accesso, reso possibile dal rapido scioglimento del ghiaccio causato dal riscaldamento globale. Soprannominata la “Via della seta popolare“, l’Artico è pieno di risorse di petrolio e gas a cui sia la Finlandia che la Russia sono ansiose di accedere.

L’aumento delle tensioni in Europa significherà senza dubbio un aumento delle tensioni su queste preziose risorse del nord, un’escalation delle tensioni nelle zone fredde dell’Europa.

TAG: #Finlandia, Guerra Russia-Ucraina, Nato, Svezia
adv-283
Articoli Correlati