fbpx
adv-764
<< ATTUALITÀ

La via della pace, Thic Nath Hanh

| 23 Gennaio 2022 | ATTUALITÀ, SALUTE

La consapevolezza è come il sangue della nostra psiche. E se non c’è una buona consapevolezza la nostra psiche si ammala”, queste le parole di Thich Nhat Hanh, Monaco, ritenuto il più grande maestro zen vietnamita, poeta, pacifista, attivista, ad uno dei suoi corsi, che ha tenuto davanti a migliaia di persone, fino a pochi anni fa.

Ha diffuso la pace e l’amore in tutto il mondo, i suoi libri, oltre quaranta (L’arte di comunicare, Sono qui per te, Fare pace con sé stessi, La pratica della meditazione camminata, Spegni il fuoco della rabbia, e molti altri) sono tradotti in diverse lingue e la sua voce, calma e rilassata, è stata ascoltata in lingua inglese da tantissimi studiosi e appassionati di meditazione, compresa la sottoscritta. Chiunque si sia formato in Mindfulness, ossia la meditazione di consapevolezza, di cui ho parlato in altri articoli, lo ha avuto come maestro, maestro di vita e di amore.

Era in esilio dal Vietnam per ben 39 anni per via della sua opera di pace. Ha vissuto nella comunità di Plum Village in Francia ed è potuto tornare nella sua terra solo nel 2005.

adv-845

Vi riporto un suo pensiero,  dal suo libro “Amare in consapevolezza”

SE VERSI UNA MANCIATA DI SALE in una tazza d’acqua, l’acqua diventa imbevibile; se invece versi il sale in un fiume la gente può continuare ad attingerne l’acqua per cucinare, lavare e bere. Il fiume è immenso e ha la capacità di ricevere, abbracciare e trasformare.

Quando il nostro cuore è ristretto, in noi la compassione e la comprensione sono limitate, il che ci fa soffrire: non riusciamo ad accettare o tollerare gli altri coi loro difetti e pretendiamo che cambino. Quando il nostro cuore si espande, invece, quegli stessi difetti non ci fanno più soffrire: abbiamo in noi tanta comprensione e compassione e siamo in grado di abbracciare gli altri; li accettiamo così come sono, dando loro la possibilità di trasformarsi.

I suoi insegnamenti sono dentro di noi e in chiunque volesse iniziare ad avvicinarsi alla pratica della meditazione.

Quale migliore benedizione e insegnamento possiamo portare con noi se non questo?

Quando fate lo sforzo di lasciare andare le preoccupazioni e le ansie, sorridete. Può essere soltanto l’abbozzo di un sorriso, ma tenetelo lì tra le labbra.”

TAG: consapevolezza, meditazione, Mindfulness, Thichnhathanh
adv-599
Articoli Correlati