adv-71
<< SALUTE

La professoressa Sarah Gilbert: “La prossima pandemia potrebbe essere più contagiosa”

| 7 Dicembre 2021 | SALUTE

Uno degli scienziati dietro il vaccino Oxford-AstraZeneca COVID-19 avverte che la prossima pandemia potrebbe essere più contagiosa e più letale a meno che non vengano dedicati più soldi alla ricerca e ai preparativi per combattere le minacce virali emergenti.

In estratti rilasciati prima di un discorso lunedì, la professoressa Sarah Gilbert afferma che i progressi scientifici compiuti nella lotta ai virus mortali “non devono essere persi” a causa del costo della lotta contro l’attuale pandemia.

“Questa non sarà l’ultima volta che un virus minaccia le nostre vite e i nostri mezzi di sussistenza”, dovrebbe dire Gilbert. “La verità è che il prossimo potrebbe essere peggio. Potrebbe essere più contagiosa, o più letale, o entrambe le cose”.

Gilbert parlerà lunedì sera quando terrà la conferenza di quest’anno su Richard Dimbleby, dal nome del compianto conduttore che è stato il primo corrispondente di guerra della BBC e un pioniere dei notiziari televisivi in ​​Gran Bretagna. La conferenza televisiva annuale presenta interventi di figure influenti nel mondo degli affari, della scienza e del governo.

Gilbert è pronto a sollecitare i governi a raddoppiare il loro impegno nella ricerca scientifica e nella preparazione alla pandemia, anche dopo che la minaccia del COVID-19 è diminuita.

“Non possiamo permettere una situazione in cui abbiamo passato tutto quello che abbiamo passato, e poi scoprire che le enormi perdite economiche che abbiamo subito significano che non ci sono ancora fondi per la preparazione alla pandemia”, ha detto. “I progressi che abbiamo fatto e le conoscenze che abbiamo acquisito non devono andare perdute”.

Il Regno Unito ha revocato la maggior parte delle restrizioni sul coronavirus a luglio dopo una campagna di vaccinazione di successo, ma ora è in attesa di vedere se la nuova variante dell’omicron causerà una battuta d’arresto. Ha registrato un numero elevato di nuove infezioni giornaliere questo autunno e ha ancora il secondo peggior bilancio delle vittime di COVID-19 in Europa – oltre 146.000 morti – dopo la Russia.

Il governo ha inasprito i requisiti per i test di viaggio e di isolamento e ha escluso i visitatori dal Sudafrica, dove è stata identificata per la prima volta la variante, e da molti altri paesi africani, inclusa la Nigeria.

Il segretario alla salute Sajid Javid ha dichiarato lunedì che in Gran Bretagna sono stati confermati più di 300 casi di omicron, alcuni senza collegamenti a viaggi internazionali, e “possiamo concludere che ora esiste una trasmissione comunitaria in più regioni dell’Inghilterra”.

Rimane molto sconosciuto sulla variante, incluso se sia più contagiosa come sospettano alcune autorità sanitarie, se rende le persone più gravemente malate e se può contrastare i vaccini.

“Non possiamo dire con certezza a questo punto se l’omicron ha il potenziale per buttarci fuori dalla nostra strada verso il recupero”, ha detto Javid.

TAG: covid, Sarah Gilbert, scienza, vaccini
adv-779
Articoli Correlati