fbpx
adv-205
<< CRONACA

Esplosione in raffineria Eni di Stagno a Livorno, nessun ferito

Coinvolto l'impianto "forno hot oil" all'interno dello stabilimento
| 1 Dicembre 2021 | CRONACA

Una colonna di fumo nero, preceduta da alcuni forti rumori, si è alzata in cielo intorno alle 14.30 di martedì 30 novembre. Si è trattato di alcune esplosioni nella raffineria Eni di Stagno, Collesalvetti (Livorno).

L’impianto era in manutenzione e probabilmente erano ancora presenti residui di idrocarburi che hanno preso fuoco.

L’incendio alla raffineria Eni di Stagno ha coinvolto l’impianto ‘forno hot oil’ all’interno dello stabilimento. Lo riferiscono i vigili del fuoco, aggiungendo che “l’incendio è stato estinto”.

adv-820

Non risultano persone coinvolte nell’esplosione alla raffineria livornese.

“Seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione. Abbiamo appreso che l’incendio è stato spento. Comunque il monitoraggio della sala operativa della Protezione civile regionale resta costante e le nostre strutture rimangono in contatto con tutti gli organismi e le autorità competenti”. Sono queste le prime parole del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani dopo aver appreso la notizia dell’incendio.

Durante l’intervento alla raffineria, la Protezione civile del Comune di Livorno, a livello precauzionale, aveva invitato la cittadinanza a tenere le finestre chiuse.

Contestualmente era stata data la possibilità di anticipare l’uscita degli alunni da scuola. Nelle scuole di Stagno, hanno spiegato dall’amministrazione comunale, visto il boato simile a una scossa di terremoto era stato attivato immediatamente il piano di emergenza ed erano state adottate tutte le misure previste in caso di emergenza sismica.

La viabilità stradale nella zona è stata ripristinata.

TAG: Esplosione, Livorno, raffineria, Vigili del Fuoco
adv-165
Articoli Correlati