fbpx
adv-861
<< POLITICA

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, al pre-vertice del Ppe a Bruxelles

| 22 Ottobre 2021 | POLITICA
silvio berlusconi

“Draghi sarebbe certamente un ottimo presidente della Repubblica mi domando se il suo ruolo attuale continuando nel tempo non porterebbe più vantaggi al nostro Paese”. Lo ha detto il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi e poi ha aggiunto ai giornalisti che gli chiedevano se si vedesse al Quirinale: “Berlusconi come lo vedo? Lo vedo in forma dopo un po’ di acciacchi dovuti al covid e non ha per il momento idea al riguardo”.

Il leader di FI ha poi detto: “Draghi ha con me un rapporto solidissimo. L’ho portato io alla Bce, ho partecipato in maniera pragmatica alla sua carriera e alla sua esperienza. Sono io che ho pensato ad un governo di emergenza nazionale. Non penso proprio che ci sia il rischio di regalarlo alla sinistra”.

“In volo verso Bruxelles per partecipare al Summit del Ppe. Finalmente ritorniamo in presenza!”. Così su Instagram il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi che partecipa oggi al summit del Partito popolare europeo che precede il Consiglio europeo. Anche il coordinatore Fi Antonio Tajani dice su twitter: “In viaggio con il Presidente Berlusconi. Direzione Bruxelles per il summit del Partito Popolare Europeo”.

adv-220

Silvio Berlusconi non ha voluto svelare il regalo che ha portato a Bruxelles ad Angela Merkel. I due si sono incontrati a margine dei lavori del summit del Ppe. Merkel ha ringraziato l’ex premier per i tanti anni di collaborazione. E anche l’ex presidente del Consiglio, parlando con i cronisti, ha sottolineato il supporto che la Merkel ha dato all’Italia e soprattutto il lavoro svolto per far sì che l’Italia avesse una parte più cospicua rispetto agli altri Paesi del ‘Recovery fund’.

“Io non so cosa è successo al ministro Mariastella Gelmini: le dichiarazioni di ieri sono contrarie alla realtà” ha detto Berlusconi, a margine del prevertice del Ppe a Bruxelles. Alla prima domanda sulle dichiarazioni di Gelmini, Berlusconi ha risposto: “Ma no, parliamo di problemi concreti e di cose serie” aggiungendo che il ministro dice cose “contrarie alla realtà. Per esempio, per quanto riguarda i rapporti con i ministri al governo, c’è sempre stata una riunione dei tre ministri con i vertici di Forza Italia ogni settimana. Oggi i giornali parlano di separazione: tutte cose esagerate, non c’è nulla di cui io mi debba preoccupare”.

“Adesso torno indietro io. Non succede assolutamente niente, nella maniera più assoluta, sono veramente sereno al 100%, non so cosa gli ha preso a questi qua” ha aggiunto rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano sui problemi interni al partito.

Nel Ppe non c’è “nessuna preoccupazione” per eventuali derive estremiste nel centrodestra italiano, perché “sono tutti fiduciosi in me, mi conoscono da tantissimi anni. I miei alleati hanno la metà della mia età. E quindi capirai, se devo preoccuparmi….sono il professore in cattedra” e loro “gli allievi” ha concluso il leader di Forza Italia.

Silvio Berlusconi sta decidendo. Ovviamente se decidesse di scendere in campo lui, come leader di uno dei partiti del centrodestra, avrebbe tutto il nostro sostegno. Ma dovete chiederlo a lui”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini rispondendo a una domanda sull’elezione del prossimo presidente della Repubblica al termine della riunione con i suoi parlamentari a Roma. E facendo un bilancio del recente risultato elettorale ha dichiarato: “Si fa tesoro degli errori commessi per vincere nel 2023. L’obiettivo del centrodestra è non solo vincere: vincere e governare per 5 anni nel 2023”.

TAG: Forza Italia, PPE, Silvio Berlusconi
adv-573
Articoli Correlati