adv-224
<< POLITICA

Letta (Pd): “Ius soli e omofobia i punti forti. La parola agli iscritti del Pd”

| 13 Aprile 2021 | POLITICA

“Mi sono sentito dire: ma come, c’è la pandemia e tu parli di Ius Soli e ddl Zan? Il tema dei diritti è fondamentale oggi e domani, è un tema di modernità del Paese. La nostra battaglia su questi temi la continueremo con grande forza”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, parlando di ius soli.

Il Pd “non sarà il partito del potere. Se alle elezioni “saremo mandati all’opposizione, faremo opposizione e ci rigenereremo. Troppo spesso il Pd è associato al partito del potere e del sistema, non lo saremo più, saremo il partito della gente”, ha detto il segretario del Pd.

“Ai nostri iscritti e tesserati bisogna dare quella centralità e quel ruolo che è l’unica condizione di un partito vivo. Il partito che voglio proporre è un partito in cui gli iscritti saranno il cuore, perché saranno loro a decidere sulle grandi questioni, come sta succedendo in questi giorni con il vademecum. Se uno si iscrive conterà, starà in una comunità in cui la sua voce conterà”, ha spiegato Letta.

adv-641

“La nostra forza è questo: la base, i circoli, gli iscritti, una partecipazione sui territori. Gli altri hanno costruito partiti sulla leadership carismatica, noi siamo diversi. Noi siamo e dobbiamo essere il partito dell’intelligenza collettiva, questa è la vera differenza fra noi e gli altri. Noi scommettiamo sul fatto che l’intelligenza collettiva è meglio della leadership carismatica e individuale”.

“Le agorà democratiche saranno un percorso che andrà dal primo luglio al 31 dicembre – ha detto il segretario del Pd -, sei mesi di discussione che toccheranno tutti i circoli, che saranno aperti anche a chi non è del partito, per discutere della democrazia e del partito, decisioni e idee concrete sul nostro futuro”.

“Le amministrative arrivano come un banco di prova significativo per la costruzione di un’alleanza politica vincente per le elezioni del 2023. Per noi saranno partecipazione. Per me la via maestra è quella delle primarie, sono sempre stato contrario agli accordi in stanze chiuse. Le primarie sono sempre una spinta energetica”.

TAG: Enrico Letta, Ius soli, omofobia, PD
adv-160
Articoli Correlati