adv-184
<< CRONACA

Coniugi scomparsi a Bolzano, i Vigili del Fuoco scandagliano il fiume

| 10 Febbraio 2021 | CRONACA

Continua la ricerca dei vigili del fondale dell’Adige nei pressi di Ora, dopo il ritrovamento negli stessi luoghi, ad oltre un mese dalla scomparsa, del corpo di Laura Perselli, la donna bolzanina è sparita nel nulla lo scorso 4 gennaio assieme al marito Peter Neumai, le cui scarpe erano state rinvenute in riva al fiume poco giorni dopo la sparizione.

Lo scandagliamento per il momento però non ha dato alcun esito concreto. Nel frattempo è attesa per le prossime ore la decisione del tribunale del riesame che si deve esprimere sulla richiesta della difesa di annullare l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Benno Neumair, il figlio della coppia scomparsa, che si trova in carcere a Bolzano con l’accusa omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Il 10 febbraio le squadre di ricerca torneranno nel punto nel quale l’ecoscandaglio ha segnalato una sagoma, compatibile con quella di un corpo umano. Il luogo si trova nei pressi del centro di sperimentazione agraria Laimburg, a circa nove chilometri dal ponte di Ischia Frizzi, sul quale erano state trovate tracce di sangue, compatibile con quello di Peter Neumair.

adv-789

Nei giorni scorsi è stato ridotto il deflusso delle dighe che alimentano l’Adige. Questo ha portato a un abbassamento del livello del fiume e, sabato scorso, al ritrovamento del corpo di Laura Perselli, poi però le ricerche sono state ostacolate dalla pioggia e dallo scioglimento della neve, che hanno reso l’acqua più torbida.

Nei prossimi giorni si terrà l’autopsia sul cadavere della Perselli. Il corpo senza vita della donna era stato rinvenuto nell’Adige, tra Egna e Laghetti, il 6 febbraio. La Procura non ha ancora comunicato la data dell’esame autoptico, anche perché la difesa ha chiesto che venga eseguito in incidente probatorio. Gli avvocati difensori di Benno Neumauir, quindi, nomineranno un loro consulente per assistere all’autopsia, che sarà eseguita dal dottor Dario Raniero dell’Istituto di medicina legale di Verona.

Sul cadavere sarebbero presenti dei segni evidenti: non si può escludere che essi siano conseguenti a ferite mortali, forse anche da strangolamento, ma non si può escludere nemmeno l’ipotesi contraria, che siano stati cioè provocati accidentalmente dalla lunga permanenza del cadavere nel fiume. Sarà comunque l’autopsia, che dovrebbe svolgersi tra domani e giovedì, a chiarire le cause del decesso, dando un contributo decisivo alla soluzione del giallo.

TAG: coniugi di Bolzano, omicidio, Vigile del Fuoco
adv-2
Articoli Correlati