fbpx
adv-705
<< CRONACA

Fidanzati uccisi a Lecce, svolta nelle indagini: un arresto

| 29 Settembre 2020 | CRONACA

L’arbitro Daniele De Santis e la sua compagna sono stati uccisi il 21 settembre a coltellate, nella loro casa. Al vaglio anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Alcune persone sono state sentite dagli inquirenti che però avevano precisato: “Non c’è alcun fermo né in Procura né in caserma c’è attività di interrogatorio”. Autopsia: ferocia omicida sulla donna.

Svolta nelle indagini per l’omicidio dei due fidanzati, Eleonora Manta e Daniele De Santis, uccisi la sera del 21 settembre scorso a Lecce: secondo quanto si apprende nella serata di ieri, un uomo sarebbe stato arrestato.

adv-961

Ha 21 anni ed è uno studente di scienze infiermeristiche, Antonio De Marco, il presunto omicida del giovane arbitro Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta uccisi la sera del 21 settembre scorso, fermato a Lecce.

Secondo quanto riferito dal procuratore di Lecce, Leonardo Leone De Castris in un breve incontro con i giornalisti, il giovane è di Casarano (Lecce) ma viveva in una casa in affitto ed è stato per un periodo “coinquilino” delle vittime.

Il pm ha precisato che il movente è ancora da ricostruire. Il fermo è quindi stato determinato da elementi di prova legati a dati tecnici — analisi delle telecamere, intercettazioni, perizia grafologica ma anche pedinamenti e riprese filmate — raccolti nel corso delle indagini svolte dai carabinieri.

L’uomo era stato co-inquilino dei fidanzati, aveva affittato in passato una stanza dell’appartamento. De Castris ha sottolineato che dall’ipotesi accusatoria emerge una premeditazione, testimoniata anche dallo studio delle telecamere e ha parlato dell’intenzione di mettere in piedi una rappresentazione.

“Ora speriamo in una sua confessione — ha detto De Castris, che non ha risposto alle domande dei cronisti —. In ogni caso da oggi la città di Lecce esce da un incubo”.

TAG: Carabinieri, Lecce, omicidio
adv-392
Articoli Correlati