sabato, Settembre 19, 2020
Home SPORT US Open 2020, il titolo va a Thiem. Primo slam in carriera...

US Open 2020, il titolo va a Thiem. Primo slam in carriera per l’austriaco

E' l'inizio di una nuova era?

-

E’ la quarta finale slam la finale buona per Dominic Thiem. Dopo circa quattro ore di gioco e dopo aver rimontato due set ad Alexander Zverev, l’austriaco porta a casa il torneo ed entra nell’Olimpo dei vincitori degli slam. 26 46 64 63 76 il risultato finale.

Certamente gli US Open di quest’anno sono stati un’edizione molto particolare. Le norme anti-covid hanno impedito la presenza del pubblico sugli spalti e due grandi assenze, quella di Roger Federer e quella di Rafael Nadal, hanno sicuramente lasciato qualche speranza in più ai pretendenti più giovani. Novak Djokovic, inoltre, il favorito per la vittoria finale, è stato squalificato agli ottavi per aver colpito con la pallina una giudice di linea, gesto che per giorni ha fatto molto discutere.

E’ inutile, però, vedere le cose con i “se” e con i “ma”. Ciò che resta sono i fatti: Dominic Thiem ha vinto il torneo, ha inserito il suo nome nell’albo dei campioni ed è diventato il primo tennista nato dopo il 1990 ad aver conquistato un titolo del Grande Slam.
Un ricambio generazionale, come si può dedurre da quest’ultima frase, infatti, non c’è mai stato. Dal 2005, esclusa qualche rarissima eccezione, a spartirsi Australian e US Open, Wilmbledon e Roland Garros sono stati quasi sempre gli stessi, ovvero i Big Three (Roger, Rafa e Nole), più Stan Wawrinka e Andy Murray.

Questione di tempo

Data l’età di questi mostri sacri, però, e data soprattutto la potenza delle nuove generazioni, è facile concludere che sia solo questione di tempo l’arrivo di nuovi campioni. Prima o poi dominare il circuito ci saranno nuovi volti e nuovi nomi. Quello di Dominic Thiem, tra l’altro, non possiamo nemmeno dire che sia un volto nuovo. L’austriaco, infatti, era alla sua quarta finale slam ed è ormai considerato dello stesso livello dei Big Three, sotto ogni punto di vista.

Un campione, però, deve sempre riconfermarsi. In questo caso Thiem dovrà vincere e convincere ancora, anche per mettere a tacere chi ritiene che abbia vinto il torneo soltanto date le strane circostanze che hanno interessato gli US Open.

Onore a Zverev, il finalista, che ha espresso un tennis di qualità in ogni partita, e onore a Carreno Busta e Daniil Medvedev, giunti fino alle semifinali e capaci di dimostrare grande tenuta fisica e mentale.
E’ difficile capire se siamo vicini all’inizio di una nuova era, ma una cosa è sicuramente certa: Thiem ha aperto la strada e la speranza non soltanto a se stesso, ma anche agli altri giocatori. Adesso sta ai più giovani demolire le gerarchie e prendersi ciò che appartiene loro per diritto.

Qui sotto gli highlights della partita.


close







close






4,104FansLike
1,167FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

L’Artista Roberto Mendicino presente alla VII edizione di “Geni Comuni”

0
Ritorna come ogni anno nel mese di settembre “GENI COMUNI – pittura, scultura, fotografia, videoarte”. Questa settima edizione si rinnova e cambia format. La...

editoriale

Il lato oscuro del monitoraggio digitale in un’app anti coronavirus

0
In Corea del Sud hanno tenuto sotto controllo la curva delle infezioni da coronavirus senza chiudere locali pubblici e scuole, senza imporre drastiche restrizioni...