Coronavirus: positivi Boris Johnson ed il principe Carlo

213

Il primo ministro inglese Boris Johnson è risultato positivo al Coronavirus. E’ stato egli stesso ad annunciarlo con un video su Twitter, nel quale ha inoltre precisato che continuerà a lavorare da casa.

La notizia della positività del premier britannico ha una forte risonanza mediatica in quanto non molte settimane fa lo stesso Johnson era finito sotto i riflettori per via di alcune severe affermazioni sul modo di gestire l’epidemia.

Appellandosi alla teoria dell’immunità di gregge il primo ministro mise i suoi concittadini davanti alla reale possibilità di perdere prematuramente i propri cari. 

Parole inaspettate che destarono non poche perplessità negli altri paesi europei, i quali avevano adottato misure di contenimento epidemico ben diverse.

Ad esse, poco dopo, ne seguirono delle altre dal tono decisamente più rassicurante: “proteggere le persone e ridurre la diffusione della malattia”, afferma Johnson durante una conferenza stampa.

Resosi conto della gravità della situazione il governo britannico ha deciso di adottare misure di contenimento molti simili a quelle europee: chiusura delle scuole, smartworking e divieto di tutti gli assembramenti non necessari.

Contrordine necessario dato che attualmente in Gran Bretagna i casi di Coronavirus confermati sono 11.658578 decessi.

Il Virus si è insediato anche fra le mura reali.

Nei giorni scorsi anche il principe Carlo, figlio della Regina Elisabetta nonché erede al trono d’Inghilterra, è risultato positivo al Covid-19.

L’origine del contagio è ancora sconosciuta, voci ufficiose parlano di un incontro tra l’erede al trono ed Alberto di Monaco il quale è risultato essere positivo al tampone; la stampa inglese ha però rassicurato sulle condizioni del principe che “sono stabili con sintomi lievi”.

A scopo meramente precauzionale Carlo e Camilla sono già da qualche giorno in isolamento nella loro casa di Balmoral, in Scozia; le fonti reali fanno inoltre sapere che al momento la Regina Elisabetta e tutti gli altri membri della famiglia stanno bene.