fbpx
adv-635
<< EUROPA

Il primo presidente donna della Grecia ha prestato giuramento

| 14 Marzo 2020 | EUROPA
presidente della Grecia

La prima donna presidente della Grecia, ex giudice della corte suprema, ha formalmente prestato giuramento venerdì, quasi due mesi dopo che il parlamento del paese ha votato in modo schiacciante per eleggerla.

La cerimonia di giuramento per Katerina Sakellaropoulou, 63 anni, si è svolta in un parlamento quasi vuoto, come parte delle misure per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus. Erano presenti solo una manciata di funzionari e un numero limitato di giornalisti.

La Grecia ha chiuso scuole, università, cinema, teatri, palestre e locali notturni e le autorità hanno avvertito le persone di rimanere a casa ed evitare grandi raduni nel tentativo di contenere lo scoppio. Finora il Paese ha 117 casi confermati e un decesso. La cerimonia veniva coperta in diretta dalla televisione di stato.

adv-68

Dopo il giuramento, Sakellaropoulou ha deposto una ghirlanda sulla tomba del milite ignoto nella piazza davanti al parlamento, davanti a una guardia d’onore presidenziale. Nonostante gli avvertimenti sul virus, una piccola folla si è radunata per osservare in piedi dietro un cordone di sicurezza dall’altra parte della strada.

Il nuovo presidente è a capo del Consiglio di Stato, il più alto tribunale amministrativo del paese, dal 2018. Assume la presidenza quinquennale dal veterano politico conservatore Prokopis Pavlopoulos.

In un breve discorso al palazzo presidenziale, Sakellaropoulou ha parlato della battaglia contro il coronavirus e della recente crisi migratoria come le due principali sfide del paese. La Grecia deve continuare ad aderire ai suoi principi democratici e allo stato di diritto, andando verso “un futuro di prosperità che avrà spazio per tutti noi”, ha detto.

In un chiaro riferimento alla vicina Turchia, Sakellaropoulou ha affermato che la Grecia è stata chiamata a “contrastare l’aggressione di coloro che, usando il dolore umano, vogliono danneggiare la nostra sovranità nazionale”.

La Turchia ha recentemente dichiarato che i suoi confini con l’Europa erano aperti e ha incoraggiato migliaia di rifugiati e altri migranti a cercare di spingere in Grecia. Gli scontri con le guardie di frontiera greche sono spesso scoppiati e la Grecia è stata criticata per aver usato occasionalmente tattiche di alto livello in risposta.

La Grecia, ha affermato Sakellaropoulou, deve “assicurare l’integrità dei nostri confini, difendendo e adempiendo al nostro dovere umanitario nei confronti delle persone indifese e disperate, un’equazione difficile ma non impossibile”.

Ha anche invitato tutti i greci a rispettare rigorosamente tutte le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie per prevenire la diffusione del coronavirus.

Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha nominato Sakellaropoulou un candidato non partigiano che godrebbe di un ampio sostegno da tutto lo spettro politico. Tutti i principali partiti hanno votato a favore, con Sakellaropoulou eletto per la maggior parte cerimoniale in un voto 261-33 a gennaio, ben al di sopra dei 200 voti richiesti. Sei legislatori erano assenti.

La Grecia ha un basso numero di donne in posizioni senior in politica e Mitsotakis è stato criticato per aver selezionato un gabinetto quasi tutto maschile dopo aver vinto le elezioni generali nel luglio 2019. Nell’attuale Gabinetto greco, tutte tranne una delle 18 posizioni senior sono tenuto da uomini.

“Spero che l’elezione di una donna per la prima volta nella posizione più alta del paese migliorerà la posizione di tutte le donne nel paese, sia nella famiglia che nella società”, ha detto Sakellaropoulou.

“È tempo che le donne di questo paese si rendano conto che possono realizzare i loro sogni, per i loro meriti, senza affrontare ostacoli semplicemente perché sono nate donne”.

TAG: Grecia, Katerina Sakellaropoulou, Turchia, UE
adv-742
Articoli Correlati