Il Regno Unito deve accettare le “regole di base” se desidera accedere al mercato dell’UE

244
Michel Barnier

Il principale negoziatore dell’UE Michel Barnier ha emesso un nuovo avvertimento che il Regno Unito deve accettare standard comuni con il blocco se desidera un accesso preferenziale continuo ai mercati europei.

Mentre il governo si prepara a definire il suo mandato negoziale per i prossimi colloqui su un accordo commerciale post-Brexit, Barnier ha affermato di aver accettato le assicurazioni di Boris Johnson che non voleva trasformare la Gran Bretagna in un “Singapore-on-Thames” non regolato.

Tuttavia, ha affermato che senza un accordo su una serie di “regole di base” comuni, gli sforzi per prevenire la concorrenza sleale e contrastare i cambiamenti climatici sarebbero compromessi.

Parlando a un seminario della business school ESCP a Bruxelles, ha dichiarato: “Quanto saremmo credibili nella prossima riunione della COP 26 a Glasgow se il nostro accordo futuro consentisse alle aziende di tagliare i diritti ambientali e sociali per ottenere quote di mercato? Siamo pronti a offrire al Regno Unito un accesso super preferenziale ai nostri mercati, un livello di accesso che non avrebbe precedenti per un paese terzo. È qualcosa che possiamo fare senza ferme garanzie che il Regno Unito rispetterà le condizioni di parità ed eviterà ingiusti vantaggi competitivi? La risposta, temo, è semplice. Non possiamo. Vogliamo la concorrenza in futuro, ma deve essere giusta – giusta e libera”.

Barnier – che martedì ha definito il mandato negoziale dell’UE – ha affermato che qualunque sia l’esito dei colloqui commerciali, verrebbero effettuati controlli sulle merci che entrano nell’UE dalla Gran Bretagna dall’inizio del 2021, quando si concluderà l’attuale periodo di transizione. “Ovviamente adoriamo il “Made in Britain“, ma dobbiamo garantire che i prodotti che importiamo dal Regno Unito – senza tariffa e senza quote – siano davvero britannici. Non possiamo correre il rischio che il Regno Unito diventi una sorta di hub di assemblaggio per merci provenienti da tutto il mondo, consentendo loro di entrare nel mercato unico come merci britanniche”.

Adrian O’Neill, ambasciatore irlandese nel Regno Unito, ha affermato che dovrebbe essere possibile raggiungere un accordo commerciale entro la scadenza di Johnson alla fine dell’anno, anche se non copre tutti gli aspetti delle future relazioni UE-Regno Unito.

“Penso che sarà difficile negoziare un accordo in quel lasso di tempo, ma penso che sarà possibile. Penso che anche l’onorevole Barnier pensi che sarà possibile “, ha detto alla BBC Radio 5 Live. “Potrebbe non coprire tutte le aree desiderabili che vorremmo che coprisse, potrebbe non essere completo come avremmo voluto, ma penso che ci sia tempo sufficiente, certamente, per negoziare un accordo commerciale equo”.