Sua Maestà il clarinetto di scena a Santa Cecilia

412

“Clarinetto parlava in un modo così convincente, che nessun animale osò obiettare”. Nel suo libro più famoso, “La Fattoria degli Animali”, George Orwell fa di Clarinetto l’abile “propagandista” creatore delle illusioni che aiutano i lavoratori a sopportare le asprezze della vita. In “Pierino e il Lupo”, il compositore russo Sergej Prokof’ev affida ad un suadente clarinetto il ruolo del gatto. Celebrato dalla letteratura e nella musica, il clarinetto è interprete d’eccezione di straordinarie partiture nella musica classica, contemporanea e jazz.

In occasione del commiato dal mondo accademico del M° Ivo Meccoli, il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma dedica al clarinetto un concerto nella prestigiosa Sala Accademica. 

Docente di Clarinetto al Conservatorio di Santa Cecilia dal 1994 e direttore artistico del Mozart Ensemble, Meccoli ha al suo attivo un’intensa carriera come concertista in tutto il mondo. È inoltre autore di un testo di riferimento per lo studio del clarinetto e ha collaborato con orchestre e teatri prestigiosi (Orchestra del Teatro dell’Opera, Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, Teatro Argentina).

Il programma del concerto spazia attraverso due secoli e comprende brani classici di Robert Schumann (Fantasiestücke” Op 73), Francis Poulenc (Sonata per due Clarinetti) e Pietro Mascagni (Intermezzo da Cavalleria Rusticana), e di repertorio moderno e contemporaneo; “Rapsodia in Blue” di George Gershwin, La Poesia” e “Para la Abuela Elisa” di Javier Girotto, “Smile” di Nicola Piovani, Chorando Baixinho”  di  Abel Ferreira, “Ingenuo” e “Um a zero” di Pixinguinha, pseudonimo del grande musicista brasiliano Alfredo da Rocha Viana Filho. Il M° Meccoli sarà accompagnato sul palco da tanti suoi ex allievi del Conservatorio ed ex studenti del Liceo Musicale Farnesina.

Il ruolo del M° Meccoli è stato fondamentale per creare sinergie musicali di grande respiro tra il Conservatorio di Santa Cecilia e la sezione musicale del Liceo Farnesina, fin dalla sua istituzione nel 2010”, commenta Ovidio Ovidi, docente di Esecuzione e Interpretazione – Clarinetto e Musica d’Insieme al Liceo Farnesina e co-fondatore del Quintetto di Fiati “I magistri del Farnesin”. “Il nostro liceo è stato un interlocutore fisso e apprezzato dal M° Meccoli, che ha incentivato la partecipazione dei nostri studenti alle lezioni-concerto del Conservatorio, avvicinandoli ad una realtà che a molti appariva inaccessibile. Il concerto di oggi sarà una bella occasione di rendere un doveroso tributo al Maestro”. (Nella foto: Ovidio Ovidi e la pianista Olga Volkova)

Ovidi, docente con esperienza trentennale negli Istituti di Istruzione Superiore di II grado e co-fondatore del Quintetto di Fiati “I magistri del Farnesina” , si esibirà nel concerto in onore del Maestro Meccoli.