Serie A: Juventus stellare, il Derby d’Italia vá ai bianconeri. Gasp forza tre, Napoli irriconoscibile

140

Nella 7° giornata di Serie A, brillano Juventus e Atalanta, frenata d’arresto per Roma, Napoli e Lazio.

La Juve di Sarri espugna San Siro con una presentazione di altissima qualità.

I bianconeri parlano argentino e con Dybala e Higuain portano a casa i tre punti.
Inutile il rigore trasformato da Lautaro Martinez a metá primo tempo.

Finisce tra le polemiche la gara tra Roma e Cagliari. Sardi che passano in vantaggio con Joao Pedro che trasforma il penalty. Cinque minuti dopo l’autogol di Ceppitelli regala il pari ai giallorossi.

Nel finale Kalinic segna il gol del 2-1 ma l’arbitro annulla per una spinta su Pisacane che frana su Olsen abbattendolo. Questo episodio scatena la furia di Fonseca e del suo staff che vengono espulsi nel finale.
Giusto annullare il gol del croato che commette effettivamente fallo.

Partita senza grandi emozioni allo stadio Grande Torino, dove non si vá oltre lo 0-0.
Da segnalare solo un gol annullato a Belotti per netto fuorigioco e un clamoroso rigore non concesso al Napoli per una stretta al collo di Izzo a Ghoulam.

Spettacolare 2-2 tra Bologna e Lazio.
Nel giorno in cui le due tifoserie si uniscono intorno a Mihajlovic, dando spettacolo fuori dal campo, le due squadre danno spettacolo sul terreno di gioco.

I rossoblù vanno due volte in vantaggio con Kraijc e Palacio ma vengono raggiunti da un super Immobile (doppietta). Nel finale la Lazio ha l’occasione per vincere ma Correa fallisce il penalty colpendo il palo.

Nell’anticipo delle 12:30 alla Fiorentina basta un incornata di Milenkovic nella ripresa per portare a casa i tre punti.

L’Atalanta, nel suo nuovo stadio, travolge il Lecce con un secco 3-1. Un super papu Gomez ispira i bergamaschi che con le reti dell’argentino, di Duvan e Gosens regalano a Gasp il terzo posto solitario in classifica. Da registrare per il Lecce il gol nel finale di Lucioni.

Negli anticipi del Sabato il Milan espugna marassi in rimonta. Il Genoa passa prima con Schone, complice un infortunio di Reina. Poi nella ripresa il Milan cambia faccia e con Hernandez e Kessie ribalta il match.

Nel finale Schone ha la possibilità di pareggiare per un rigore dubbio concesso al genoa, ma il Danese calcia malissimo e Reina para regalando un po’ di ossigeno a Giampaolo che resta comunque in bilico.

Vittorie per la lotta salvezza importanti per Verona e Spal che battono rispettivamente Sampdoria e Parma.

Per gli spallini decisiva la rete nel primo tempo di Petagna.

Il Verona ringrazia invece un superlativo Miguel Veloso che prima serve l’assist da corner per l’1-0 a Kumbulla e poi con una punizione procura l’autogol di Murru.

Rinviata per la scomparsa del presidente del Sassuolo, Giorgio ruuinzi, Brescia – Sassuolo che si recupererá il 18 Dicembre.

Al Sassuolo e alla famiglia Squinzi vanno le più sentite condoglianze anche del Format, per la scomparsa di un presidente che ha scritto la storia del calcio Neroverde.