sabato, Agosto 8, 2020
Home CRONACA Paoloni a Saviano: "Noi poliziotti servitori dello Stato e non servi di...

Paoloni a Saviano: “Noi poliziotti servitori dello Stato e non servi di partito. Chieda scusa ai poliziotti impegnati anche per la sua personale sicurezza”

«Non ci stiamo ad essere tacciati come servi del partito di turno, al soldo del politico di turno, così come Roberto Saviano ha scritto su facebook. Ciò che ha affermato, è del tutto privo di fondamento e frutto di un deliro scatenato dalla sua ossessione verso la Lega e il suo leader Matteo Salvini».

A dichiararlo è Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), in risposta al tweet in cui Roberto Saviano ha definito la polizia ridotta a servizio d’ordine a disposizione della campagna elettorale di un partito.

«E’ bene ricordare a Saviano che, noi poliziotti, scendiamo ogni giorno in strada tra mille rischi e pericoli, a prescindere dal colore dei partiti di Governo, per garantire la sicurezza dei cittadini, molto spesso pagando con la nostra vita. Solo dall’inizio di quest’anno – prosegue – abbiamo perso tre colleghi, morti in servizio: due poliziotti della stradale e un collega dell’Arma, brutalmente ucciso nel foggiano. Le castronerie di Saviano, oltre ad offendere l’intero corpo, offendono la memoria di questi fedeli Servitori dello Stato. E – conclude-, detto da lui che incentra i suoi libri più sulla presenza e l’azione della malavita che sulla presenza e l’azione dello Stato, è davvero paradossale. Abbia l’umiltà di chiedere scusa a padri e madri di famiglia, molti dei quali impegnati anche per la sua personale sicurezza».


close







close






2 COMMENTS

  1. Ma chi se ne frega del figlio di Meghan e Harry. Non se ne può più di notizie riguardanti questa gente abbiate pietà di noi. Grazie

  2. Mi associo. I nobili ci hanno vessato per secoli, già abbiamo i politici , almeno ‘sti personaggi oggi che possiamo farlo, ignoriamoli.

Lascia un commento!

- Advertisment -

I PIU' LETTI

Di Stefano, la gaffe e la risposta

​​Dopo aver confuso il Libano con la Libia, il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano affida ad una chat su Telegram una sarcastica risposta: "WOW,...

Dal commercio ai trasporti, all’arte: ecco i settori più colpiti dalla crisi

Secondo un'indagine di Eurostat sull'impatto del Covid-19 sulle industrie dell'Ue, nel primo trimestre 2020 le attività che hanno sofferto di più sono state il...

MakeIdentity, l’app dedicata alla privacy

MakeIdentity, l’app dedicata alla privacy. MakeIdentity mixa tecnologia e privacy per massimizzare conversione e utilizzo dei dati personali degli ospiti. Intervista a Marco Giacomello...

Il presidente Mattarella alle Regioni: “Attuare art. 2-3 Carta è un dovere”

"In questi 50 anni le Regioni si sono affermate come componente fondamentale dell'architettura della Repubblica. Le Regioni si sono rivelate forte elemento di coesione...

COMMENTI RECENTI

Annina Malito on Storie di ordinaria violenza
Massimiliano Palladini on Irregolare una mensa scolastica su 3
Daniela Sacchi on Malati di austerity
Daniela Sacchi on Malati di austerity
Riccardo pieroni on Malati di austerity
Daniela Sacchi on Elogio della confessione
marco bacigalupi on Elogio della confessione
Emilio Carnelli on Nonno, ti faccio la festa
Catalogna – per la UE è win-win – Così va il Mondo on Catalogna e Lombardia: di Stato e Nazioni