Serie A: turno infrasettimanale, scivolone per Napoli, Lazio e Milan. Riecco Icardi, riecco l’Inter. La Dea è straripante

30° giornata che delinea sempre di più l'andamento del campionato. Incandescente la lotta per un posto in Europa.

184

La 30° giornata di Serie A è piena di sorprese. Vittorie importantissime per la lotta salvezza di Spal ed Empoli.

Un posto per la salvezza…

L’Empoli vince in casa 2-1 contro un Napoli spento, senza idee che è la brutta copia di quello visto all’Olimpico di Roma. Gli emiliani sbloccano la gara con Farias, ma si vedono raggiunti nel finale di tempo da un golasso di Zielinski.

Nella ripresa un colpo di testa di Di Lorenzo regala i tre punti alla squadra di Andreazzoli.

La Spal soffre per metá primo tempo poi impone il proprio gioco e trova la terza vittoria consecutiva, dopo Roma e Frosinone, anche la Lazio cade a Ferrara.

Un rigore dubbio al 90°, assegnato al VAR da Guida, viene trasformato da Petagna e fa volare la squadra spallina.

Anche l’Udinese ottiene un ottimo punto al San Siro. Il Milan sblocca la gara con un gol fortunoso di Piatek, poi si vede rimontare dal gol di Lasagna nella ripresa.

Il Bologna crolla sotto i colpi della Dea. Un 4-1 che spazza via la squadra di Mihajlovic in 15 minuti. In gol Ilicic (doppietta), Hatebour e Zapata. Il gol della bandiera per i rossoblù lo sigla Orsolini

Il Frosinone vince la sua prima gara casalinga in campionato, battendo il Parma per 3-2.

I ciociari vanno due volte in vantaggio, ma vengono ripresi dagli emiliani. Nel finale accade di tutto, l’arbitro concede tre minuti di recupero ma la gara terminerá al 112° con un rigore rivisto al VAR, e poi concesso, ai gialloblú e trasformato dal solito Ciofani.

In gol per i padroni di casa Pinamonti e Valzania, mentre per il Parma Barillá e Ceravolo.

Il Sassuolo passeggia sul Chievo Verona, battendolo per 4-0. I neroverdi ritrovano i tre punti che mancavano dal 26 Gennaio nella gara casalinga con il Cagliari. I gol arrivano due per tempo, doppietta di Demiral nel primo, e gol di Locatelli e Berardi nel secondo. Nel finale Giaccherini fallisce un rigore.

Caccia all’Europa

Pareggio roboante all’Olimpico tra Roma e Fiorentina. La viola per due volte in vantaggio con Pezzella e Gerson si vedono rimontare da Zaniolo e Perotti. La gara termina con un 2-2 inutile per entrambe.

L’Inter ritrova Mauro Icardi e torna a vincere e convincere. La squadra di Spalletti domina in lungo e in largo e rosicchia punti su Milan, Lazio e Napoli grazie ai gol di Icardi, Perisic e alla doppietta di Gagliardini.

Il Torino gioca un primo tempo fenomenale prendendo a “pallonate” la Sampdoria. La squadra granata domina anche nella ripresa e porta a casa i tre punti meeitmeritata grazie alla doppietta di Andrea Belotti, nel finale prova a riaprire la gara Gabbiadini. Il match termina 2-1 per il toro.

Fuga per la vittoria

La Juventus archivia la pratica Cagliari e continua a macinare record su record.

Gli uomini di Allegri, nonostante le numerose assenze, vincono facilmente alla Sardegna Arena grazie ai gol di Bonucci e Kean. L’ottavo scudetto ormai è ad un passo e la Juve può concentrarsi sull’obbiettivo primo, la Champions League.