Dante Muccino, il pittore che amava il mare

282

Di Biagio Maimone

Su Google, digitando “Pittori fondali marini“ si evidenzia, tra i primi  elencati, il nome di Dante Muccino e, nel contempo, le immagini delle sue opere pittoriche, i cui colori intensi e luminosi  evidenziano la vivacità della sua passione per il mare.

Il  2019 sarà un anno di alacre attività e progettualità per l’Associazione culturale “Dante Muccino Arte”, rappresentata dall’Editore Marcello Silvestri , in qualità di Presidente, ispiratore ed amico dell’artista, e da Sabrina Muccino, in qualità di Vicepresidente, figlia del maestro Muccino.

L’artista, uomo dotato di  straordinario carisma, il quale ci ha lasciati nel 2011, è commemorato, nonché rappresentato, dall’Associazione “Dante Muccino Arte”, che si accinge alla promozione di mostre ed eventi a lui dedicati. Il sito web, mediante cui si può conoscere la galleria dell’artista e la sua storia, è www.dantemuccino.it.

Colpisce la vividezza dei colori,  che irradiano armonia,  nonché la poesia insita nell’espressione artistica della pittura di Dante Muccino, il quale, oltre al mare, raffigura paesaggi molisani, uliveti, ginestre, che denotano l’amore del maestro per la sua terra natale. Negli anni, decorrenti dal ‘60 al ’90, intensi di operosità, si collocano moltissime “personali “di successo dell’artista, sia in Italia, sia all’estero.

La figlia, parlando del padre, afferma: “era un uomo che riusciva ad esprimere la profondità del suo senso artistico in ogni lavoro a cui si accingeva”. Eclettico e attento alla radiosità del colore, non vi è dubbio che Muccino ha delineato  un nuovo modo di rappresentare il fondale marino. Siamo certi  che la sua pittura può regalare grandi emozioni a persone di ogni età e generare interesse in Italia e all’estero.