Scarica l’app e poi muore: le app maledette dell’ horror indipendente

922

Finalmente un horror low budget interamente italiano, realizzato da 3 registi torinesi… Alessandro Antonaci, Stefano Mandalà e Daniel Lascar.

Un film indipendente molto molto horror che parteciperà dal 9 al 18 ottobre allo Screamfest, uno dei più importanti festival cinematografici (negli Stati Uniti) di lungometraggi horror indipendenti.

Il titolo vero e proprio del film è “You die: scarica l’app, poi muori” e già dal titolo si può abilmente intuire su quale argomento verterà il film: un’ app (ovvero un’applicazione per smartphone, quelle che noi tutti conosciamo e che sono praticamente diventate indispensabili al giorno d’oggi, nella vita di tutti i giorni) che, se viene scaricata su uno smartphone, uccide il proprietario dello stesso, a meno che questo non la carichi sul dispositivo di un’altra persona: se l’ardua impresa riesce, il proprietario dello smartphone (sul quale è stata installata l’app) riesce a guadagnarsi ulteriori 24 ore di vita.

Ma moltissimi sono i film horror indipendenti che verranno presentati a questa edizione dello Screamfest 2018, e che faranno rabbrividire anche il più coraggioso. Titoli come “Acide”, “Aliens”, “The Amytiville Murders”, “Distortion”, “Discarnate”, e così via.

Per vedere ogni singolo film del festival è necessario, innanzitutto, recarsi ad Hollywood: dopodiché, mettersi in coda davanti alle entrate del “TCL Chinese 6 Theatres“: vedere un singolo film costerà 11 dollari; per comprare il pass, così da aver accesso a tutti i film presenti al festival, si potranno spendere dai 206 dollari ai 309 dollari.

Quindi, d’ora in poi prestare attenzione a quello che si scarica: potrebbe essere l’ultima vostra azione ed il principio di un nuovo film horror.