NON SIAMO ANCORA FUORI DAL TUNNEL

704

Come ogni trimestre  Unioncamere Lombardia, in collaborazione con Regione Lombardia, Confindustria Lombardia e le Associazioni regionali dell’Artigianato, pubblica gli esiti dell’Indagine Congiunturale sulle imprese lombarde.

Anche per il quarto trimestre 2017 tutti gli indicatori segnano un aumento della produzione industriale con un incremento congiunturale dell’1,9%. Su base annua la produzione cresce del 3,7% (media annua), incremento decisamente superiore al +1,3 del 2016. Stessi indici in crescita per quello che riguarda gli ordini (+2,5% congiunturale l’interno e +2,3% l’estero) e il fatturato (+2,6%).

L’artigianato sembra stentare un po’ rispetto all’industria ma gli indici sono comunque positivi e si attestano su un incremento congiunturale dei livelli produttivi dello 0,7% e una crescita media annua del 2,6%. Il dato poco positivo è l’assoluta stabilità dell’offerta di posti di lavoro anche se risultano stabili ed ai minimi anche le ore C.I.G. Il rapporto “ingressi/uscite” che sin qui ha beneficiato delle agevolazioni fiscali per le nuove assunzioni ha comunque retto la fine degli incentivi chiudendo con una effettiva parità.

E’ evidente sia l’aumento del tasso di utilizzo degli impianti ad un livello di punta storico (77,9%) che quello della produzione assicurata (69,3 gg) ciò ad indicare un possibile perdurare del trend positivo .

Si conferma “pecora nera “ della produzione il settore tessile, mentre godono di ottime performances il settore Pelli-Calzature e la Siderurgia.

Migliorano anche le aspettative degli imprenditori su produzione e occupazione: passati i periodi neri sembra che si possa guardare al futuro produttivo ed industriale con un cauto ottimismo.

Si attesta al 68% il numero delle aziende che nel 2017 ha investito più che nel 2016, probabilmente anche sulla scia della possibilità, data dalla Legge di Bilancio, di poter iper ammortizzare l’acquisto dei beni strumentali. Vedremo ad aprile se i dati del primo trimestre 2018 confermeranno tutto ciò che di positivo c’è stato nel 2017 .