fbpx
adv-927
<< POLITICA

Pnrr, ministro Urso: “Taglio graduale sul cuneo fiscale”

| 13 Novembre 2022 | POLITICA

“Troveremo i soldi per tagliare il cuneo fiscale nel corso della legislatura, ora acceleriamo sul Pnrr e le semplificazioni per dare sprint alle aziende, creare lavoro, difendere le filiere strategiche”. Lo dice Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy.

Tagliare il cuneo fiscale di cinque punti “è un obiettivo di legislatura, opereremo gradualmente in modo costante  – spiega -. Il taglio del cuneo sarà per 2/3 per il lavoratore e 1/3 per l’azienda. Dobbiamo alzare i salari in maniera graduale”. Il governo difende la riduzione del Superbonus dal 110% al 90% nel 2023.

“Il modo in cui è stata realizzata la misura ha creato un buco da 38 miliardi: aiutava solo i ricchi”, ha detto la premier Meloni. Ma resta la tensione nella maggioranza. Il presidente del Consiglio vedrà il presidente Usa Biden al G20 di Bali. I due leader “discuteranno della cooperazione sulle sfide globali, incluse quelle poste dalla Cina e gli sforzi per aiutare l’Ucraina”.

adv-215

Finestre per l’uscita anticipata (per esempio a 62 o 63 anni con un congruo numero minimo di anni di contributi) ma anche incentivi per chi decide di restare con un aumento in busta paga che potrebbe essere anche del 10%. E’ questa l’ipotesi alla quale starebbe lavorando il Tesoro sul fronte delle pensioni. Secondo le fonti: “un lavoratore che abbia maturato i requisiti potrebbe scegliere di restare sulla base di incentivi ben precisi: se continua a lavorare, il dipendente e il datore smettono di versare i contributi e una parte di quelle somme entrerebbe in busta paga come aumento netto di stipendio (per esempio, di circa il 10%)”.

TAG: Adolfo Urso, aziende, Cuneo Fiscale, lavoro, Pnrr
adv-395
Articoli Correlati