fbpx
adv-245
<< POLITICA

Politica in fermento in procinto delle elezioni

| 25 Luglio 2022 | POLITICA

Prosegue a pieno ritmo la campagna elettorale. Il leader leghista Matteo Salvini dice che diventerà premier chi prenderà più voti. Poi su Berlusconi: “Per lui nulla è precluso”. “Il Pd è arrogante, i progressisti siamo noi'” afferma Giuseppe Conte, secondo cui sulla fine del governo Draghi c’è una diffusa ipocrisia.

“La scelta alle elezioni del 25 settembre è chiara: o noi o Meloni”, dice il segretario del Pd, Enrico Letta che poi controbatte: “Noi più progressisti del M5S, Conte ne ha interrotto l’evoluzione. La separazione da loro è irreversibile”. E annuncia che chiamerà la lista per le elezioni “Democratici e Progressisti”. Nei 5 Stelle Grillo torna sulla scena, Di Battista verso la candidatura. A destra spunta il nome di Tajani.

“Sui collegi se non c’è una alleanza si perdono tutti. Io mi candido a Roma, se la destra presenta un candidato e tutto quello che sta al centro e tutto quello che sta a sinistra presentano due o tre candidati non si vince”. Lo ha detto Carlo Calenda.

adv-692

“Dall’1 al 3 settembre si terrà una Leopolda anticipata”. Lo annuncia a Radio Leopolda il leader di Italia viva Matteo Renzi. “Abbiamo le condizioni per fare la differenza anche con questo sistema elettorale e questa campagna così corta”, ha osservato. “Noi siamo pronti, con la ‘R’ rovesciata che significa ripartire, ri-rottamare, Renew Italia, riformismo ma anche mandare via tutto ciò che è rancore, rassegnazione e rabbia trasformandoli in ripartenza”, ha concluso.

TAG: Centrodestra, centrosinistra, elezioni, Giorgia Meloni, M5S
adv-883
Articoli Correlati