fbpx
adv-337
<< POLITICA

Niente quorum per referendum Giustizia

| 13 Giugno 2022 | POLITICA

I referendum sulla Giustizia non raggiungono il quorum, fermandosi a una partecipazione del 20,7%. Il ‘sì avanti in tutti i 5 quesiti. L’affluenza per le elezioni comunali è stata invece del 54,7%. Oggi alle 14 inizia lo spoglio. Gli exit poll danno Genova e Palermo al centrodestra unito; al ballottaggio Parma, Verona, Catanzaro e L’Aquila con il centrosinistra in testa nelle prime due città. Le assenze dei presidenti di seggio a Palermo: la Procura valuta i reati di interruzione di pubblico servizio e rifiuto di atti d’ufficio.

L’affluenza alle elezioni amministrative è stata del 54,72%. E’ il dato definitivo sul voto che si è tenuto ieri, relativo agli 818 Comuni gestiti dal Viminale. Alle consultazioni precedenti l’affluenza era stata del 60,12%.

Per i cinque quesiti referendari sulla giustizia anche in Sardegna ha prevalso l’astensione che ha reso nulla la consultazione. In tutta l’isola, dove ieri si votava anche in 65 comuni per le amministrative, si e’ espresso per il referendum solo il 14,5% degli aventi diritto. Non e’ l’affluenza peggiore d’Italia, dove nel complesso e’ andato a votare per il referendum neppure il 21% degli elettori: hanno fatto peggio, ma di poco, il Molise (che non ha raggiunto il 14%) e il Trentino Alto Adige, che ha di poco superato il 13%.

adv-185

In Friuli Venezia Giulia la percentuale finale di affluenza rilevata alle 23 per le elezioni comunali è pari al 50,8% (votanti 111.835). Lo comunica il Servizio elettorale della Regione  Nei Comuni di Arta Terme, Cimolais, Sagrado, Sutrio, che hanno un unico candidato sindaco, è stato raggiunto il quorum dei votanti. Il quorum, invece, non è stato raggiunto nel Comune di Vito d’Asio.

L’affluenza alle elezioni amministrative di ieri in Liguria è stata, alle 23, del 45,96%, secondo i dati definitivi relativi ai 20 Comuni al voto, così come riportato sulla piattaforma del Viminale. Alle precedenti elezioni omologhe era stata del 50,70%. Quella della Liguria è, assieme al Molise, l’affluenza più bassa in Italia. A Genova è andato a votare il 44,69% della popolazione (il 49,14% alle scorse amministrative), a Imperia il 56,30% (62,19%), a La Spezia 50,51% (55,65%), a Savona il 52,96% (62,28%).

Vittoria dei “si” in Umbria in tutti i quesiti dei referendum, per i quali non è stato tuttavia raggiunto il quorum dei votanti necessario per essere validi.   Al termine dello scrutinio in tutte le 1.004 sezioni i favorevoli all’abrogazione delle norme sono stati il 57,7% per l’incandidabilità dopo la condanna (il no ha ottenuto il 42,2%), il 60,1% per la limitazione delle misure cautelari (no 39,8%), il 78,7% per la separazione delle funzioni dei magistrati (no 21,1%), il 76,3% al quesito sui membri laici dei consigli giudiziari (no 23,6%) e il 76,9% riguardo alle elezioni dei componenti togati del Csm (no al 23%).

Secondo i dati del Comune di Palermo, alle 23 di ieri sera, alla chiusura delle urne, si e’ attestata al 41,87% l’affluenza per il voto amministrativo nel capoluogo siciliano. Complici il caos per la defezione di decine di presidenti di seggio, rimpiazzati dopo diverse ore, e la partita serale che ha portato la citta’ in serie B, i votanti sono stati solo 227.681 su 543.978. Cinque anni fa era stata del 52,60%, -10,73%. Per il Referendum n.1 votanti 199687 pari al 38,96%. Referendum n.2 votanti 199671 pari al 38,95%. Referendum n.3 votanti 199671 pari al 38,95%. Referendum n.4 votanti 199587. Referendum n.5 votanti 199588 pari al 38,94%.

TAG: elezioni comunali, referendum
adv-632
Articoli Correlati