adv-170
<< ATTUALITÀ

Il boom delle app di dating: un fenomeno in continua crescita

| 12 Luglio 2021 | ATTUALITÀ

Nel corso degli ultimi anni, abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione per via della tecnologia. Strumenti sempre più all’avanguardia, che hanno cambiato il modo di interagire, di comunicare, di lavorare e di svolgere tantissime altre attività.

Tra i vari ambiti che sono stati modificati in maniera più radicale, troviamo anche quello legato all’amore. È ormai un dato di fatto, anche per via dei lockdown e del problema della pandemia, emergenza che si è diffusa a livello mondiale in maniera dilagante, la tecnologia ha rappresentato per diversi mesi l’unico mezzo di comunicazione per poter fare conoscenza con delle nuove persone.

Un fenomeno che non è così nuovo come si crede

Certo, le app di dating, come ben specificato sul blog L’insider, sono senza ombra di dubbio sempre più scaricate e utilizzate da parte degli utenti, ma in realtà è fondamentale mettere in evidenza come la prima pubblicità per single si può far risalire addirittura al 1695. Insomma, ne è passato di tempo.

adv-105

Quel primo annuncio venne pubblicato già solo dopo cinque anni dal momento in cui venne inventata la stampa come la consideriamo noi al giorno d’oggi. Tutta “colpa” di un gentiluomo sulla trentina del Regno Unito, che si era messo alla ricerca di una giovane gentildonna per una storia d’amore, a patto che avesse un patrimonio pari ad almeno 3000 dollari. Niente male, vero? In tanti si chiedono se con quell’annuncio possa aver trovato effettivamente l’amore che tanto cercava.

Ne è dovuta passare di acqua sotto i ponti, però, per poter scoprire il fenomeno del dating sul web. Correva, infatti, l’anno 1965, quando questa tendenza iniziò a prendere piede. Subito dopo che venne inventato il computer IBM 1401, ecco che un gruppo di studenti di Harvard decise di sfruttare quella nuova tecnologia per la realizzazione di Operation Match. Di cosa si tratta? Ebbene, era il primo vero e proprio servizio di incontri mai realizzato negli Usa, come ben raccontato dal casinò online di Betway.

La diffusione a macchia d’olio delle app di incontri

Nel 2003 ci fu la prima vera e propria svolta, con il primo social media classico che venne lanciato sul web, ovvero MySpace, ma già l’anno successivo ecco che sbarcò Facebook. Una serie di innovazioni digitali che non potevano che portare alla realizzazione di veri e propri siti dedicati agli incontri online, come ad esempio OKCupid, PlentyOfFish, ma soprattutto Badoo.

Il 2012 fu un altro anno chiave, dal momento che arrivarono due nuove tecnologie, ovvero Tinder e Hinge. In base alle prime stime, pare che nel 2018 Tinder ha toccato la soglia di 50 milioni di utenti, distribuiti addirittura in 190 nazioni differenti. Da quando è stata creata l’app, si è arrivati a ben 20 miliardi di match. Durante lo scorso mese di febbraio, Badoo poteva contare un primato davvero spettacolare, con ben 500 milioni di utenti iscritti. Numeri che qualche brivido lo fanno venire, dal momento che si tratta di una volta e mezza l’intera popolazione degli Stati Uniti.

Le app di incontri maggiormente diffuse in tutto il mondo vedono una “regina” al di là di ogni preferenza o dubbio. Si tratta di Tinder che, in quanto al raggio d’azione che viene messo a disposizione degli utenti, non ha veramente alcun rivale. Dando uno sguardo alle statistiche in merito al rating sull’App Store iOS, si può notare come sia l’app maggiormente utilizzata in ben 165 Paesi che sono stati oggetto dell’indagine. In effetti, per un’app che nel corso dei primi sei anni di vita ha raggiunto quota 50 milioni di utenti non ci si poteva certo aspettare altro…

TAG: app, diffusione, tecnologia
adv-567
Articoli Correlati