adv-577
<< POLITICA

E’ morto Guglielmo Epifani, primo socialista a guidare Cgil

Lo storico sindacalista è deceduto a seguito di una breve malattia
| 8 Giugno 2021 | POLITICA

È morto all’età di 71 anni Guglielmo Epifani, ex leader della Cgil e per un breve periodo segretario reggente del Partito Democratico, poi passato a Liberi e Uguali di cui era attualmente parlamentare. La morte è avvenuta dopo una breve malattia.

Nato a Roma nel 1950, Epifani nel 1973 si laurea all’Università La Sapienza di Roma in filosofia con una tesi su Anna Kuliscioff, la compagna dello storico leader socialista Filippo Turati. Diventa vice dei segretari Bruno Trentin e Sergio Cofferati, a cui succede nel 2002 diventando così il primo socialista a guidare la Cgil dai tempi della sua ricostituzione nel 1944.

Epifani arriva alla Cgil molto giovane: prima dirige la Casa editrice della Confederazione, l’Esi, poi approda all’Ufficio sindacale, dove coordina le politiche contrattuali delle categorie, e quindi all’Ufficio Industria della Confederazione. Nel 1979 comincia la sua carriera di dirigente sindacale con l’incarico di segretario generale aggiunto della categoria dei lavoratori poligrafici e cartai.

adv-588

Nel 2002 annuncia al congresso della Cgil la decisione che porta a una manifestazione con un milione di lavoratori in piazza contro la riforma dell’articolo 18 voluta dal governo Berlusconi.

Epifani conclude il suo mandato alla guida della Cgil nel 2010, e a succedergli è Susanna Camusso. Nel 2013 viene candidato ed eletto alla Camera dei deputati in occasione delle elezioni politiche, nella circoscrizione Campania 1, come capolista del Partito Democratico. Viene poi eletto presidente della commissione Attività produttive, Commercio e Turismo della Camera.

Nel maggio 2013, fino al dicembre dello stesso anno, diventa segretario reggente del Pd dopo le dimissioni di Pier Luigi Bersani, in una fase di transizione che porta all’elezione di Matteo Renzi alla guida del partito.

Nel febbraio 2017 Epifani, nell’ambito della scissione del partito, decide di lasciare il Pd e di unirsi ad Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista e poi alla lista Liberi e Uguali.

Alle elezioni politiche del marzo 2018 Epifani è candidato nella lista Liberi e Uguali e viene rieletto alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Sicilia 2.

TAG: Cgil, Guglielmo Epifanio, Partito Socialista, PD
adv-260
Articoli Correlati