adv-131
<< EUROPA

Von der Leyen ammette gli errori nella fornitura del vaccino

La presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ha ammesso che ha commesso una serie di errori
| 8 Febbraio 2021 | EUROPA

Von der Leyen ha parlato ieri in un’intervista a selezionati media europei, in merito a un problema nella fornitura di vaccini che ha portato sull’orlo di una lite diplomatica con il Regno Unito e un’azione legale contro un produttore di vaccini.

La Commissione ha assunto il compito di negoziare la fornitura di vaccini europei quando è diventato chiaro che gli Stati membri dell’UE più piccoli erano a rischio di essere costretti al secondo posto dal potere negoziale dei paesi più grandi.

Ma l’amministrazione ha sottovalutato i problemi che potrebbero sorgere, ha detto Von der Leyen.

I problemi della Commissione sono venuti al culmine quando AstraZeneca, uno dei produttori, ha dichiarato che non sarebbe stata in grado di soddisfare completamente la sua prima spedizione nell’UE a causa delle difficoltà di produzione in uno dei suoi stabilimenti.

Ciò ha portato alla minaccia di controllare le esportazioni di vaccini dall’UE per garantire che la società non vendesse vaccini destinati all’Europa altrove. E quando quella minaccia sembrava probabile portare a controlli al confine tra la Repubblica irlandese e l’Irlanda del Nord, ha causato grida di allarme sia all’interno che all’esterno dell’UE.

Von der Leyen ora ammette che la Commissione non è riuscita a comprendere i problemi legati alla produzione e alla spedizione di grandi quantità di prodotti medici sensibili in tutti gli angoli del continente e all’estero.

La scienza ha accelerato il settore e questo di per sé è positivo”, ha detto.

Ma avremmo dovuto lavorare insieme più rapidamente su nuove linee di produzione per rendere più veloci i vaccini. Dobbiamo essere preparati meglio in futuro.”

Alla domanda sul perché ora esista una così ampia discrepanza tra i livelli di vaccinazione nell’UE, dove il numero è di circa il 3,2%, e nel Regno Unito, dove si trova al 15,5%, Von der Leyen si è rivolto a una metafora della spedizione.

Sono consapevole che un paese da solo può essere come un motoscafo, mentre l’Unione europea è più simile a una nave cisterna. Ovviamente, prendere una decisione con 27 richiede più tempo che se puoi farlo da solo. Ma sono profondamente convinto che l’approccio europeo sia quello giusto”.

TAG: Regno unito, UE, Ursula von der Leyen, vaccini
adv-223
Articoli Correlati