adv-417
<< POLITICA

Governo. Bonafede: “Conte non si tocca. Interpretare Renzi? Per me è arduo”

| 10 Gennaio 2021 | POLITICA

Governo. “Sui fondi europei non ci sarà la fiducia. Non ragiono di maggioranze alternative”. Conte: “Lavoro per maggioranza coesa, lista di priorità per rafforzare il governo. Il Recovery? Non consente distrazioni, sono impaziente”

Governo. “Mettere in discussione Conte è fantascienza”. Così, in un’intervista al Fatto Quotidiano, il non troppo credibile, del non particolarmente politicamente coscienzioso partito, ministro della Giustizia Bonafede. “Martedì – prosegue il guardasigilli – dobbiamo approvare in Consiglio dei ministri il Recovery plan e poi lavorare per un patto di legislatura”.

Non si capisce se imbeccato da un ufficio stampa, che, per dirette conoscenze, fa acqua da tutte le parti, o illuminato improvvisamente, fatto sta che Bonafede dice cose buone e giuste, anche, forse soprattutto, quando, alla domanda su Renzi, il ponte sullo Stretto, il tentativo di andare in crisi di governo, risponde che “il ponte sullo Stretto non è tra le priorità degli italiani”: sacrosanto.

E ancora “interpretare Iv per me è arduo. Perso che continuare a ostentare tensione sia profondamente sbagliato. La gente ci chiede soluzioni, non certo una crisi che oltretutto non verrebbe compresa a livello internazionale”. Sembra un politico vero, colui che fino a pochi anni fa era un semplice avvocato. Lo sembra anche alla domanda: Renzi romperà? A parte il fatto che il piccolo fiorentino non ha la forza politica per creare cambiamenti così strutturali, Bonafede risponde: “In tempi di emergenza, come si fa a parlare di crisi?”.

adv-393

E niente è più vero di questa effettiva realtà, nella quale il nuovamente indagato Renzi tenta e riesce a tenere banco nella cronaca politica di una pandemia senza eguali degli ultimi cento anni. E addirittura, una persona di grande spessore e cultura ieri mi ha fatto porre la questione: “Tutta questa importanza che gli si dà a livello mediatico (al piccolo fiorentino, ndr), non rischia di farlo crescere di nuovo politicamente?”. Noi, che l’informazione dobbiamo darla per dovere deontologico, speriamo proprio non sia così. Sarebbe una follia!

TAG: Bonafede, Conte, Crisi di governo, Danila S. Santagata, Danila Santagata, governo, Il fatto quotidiano, Ponte sullo Stretto, Renzi
adv-989
Articoli Correlati