venerdì, Settembre 25, 2020
Home POLITICA Bonus Covid, pugno duro della Lega. M5S: "Rizzone deferito a probiviri"

Bonus Covid, pugno duro della Lega. M5S: “Rizzone deferito a probiviri”

-

È il Cinque Stelle Marco Rizzone, 37 anni, imprenditore genovese del turismo, il terzo deputato che ha incassato il bonus Covid. il gruppo M5S lo ha deferito ai probiviri chiedendo massima severità.

Pugno duro della Lega sui consiglieri regionali coinvolti. Si sono dimessi e non saranno ricandidati i tre del Veneto, ha annunciato il governatore Zaia. In Emilia-Romagna sospeso Bargi. ‘Gli altri facciano come noi’, dice Salvini.

Il presidente dell’Inps Tridico nel mirino del centrodestra alla vigilia dell’audizione in commissione Lavoro a Montecitorio. La videoconferenza sarà trasmessa in diretta streaming sulla web tv della Camera, dopo la richiesta dell’opposizione.

“In relazione alla vicenda del bonus da 600 euro, destinato a partite IVA, lavoratori autonomi e professionisti, ho deferito il deputato Marco Rizzone al collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione“, ha dichiarato in una nota il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.

Si sono dimessi e non saranno ricandidati i tre consiglieri regionali della Lega del Veneto che hanno chiesto e ottenuto dall’Inps il bonus destinato alle partite Iva in crisi per il Covid. L’annuncio è arrivato dal governatore Zaia e riguarda il vicepresidente della Giunta Forcolin e i consiglieri regionali Barbisan e Montagnoli.

Zaia ha spiegato che oltre all’annuncio delle dimissioni del suo vice Gianluca Forcolin, anche il consigliere regionale Riccardo Barbisan “ha mandato una lettera rinunciando alla prossima candidatura alle regionali”.

Quanto al terzo esponente del Carroccio chiamato in causa per il bonus, Alessandro Montagnoli, il Presidente del Veneto ha confermato “che anche per lui non ci sarà ricandidatura”.

“Per me – dice lapidario – la vicenda è chiusa. Rispondo per la mia amministrazione – rileva – e ai cittadini ho dato una risposta. I cittadini – continua – hanno seguito con attenzione la vicenda per la quale c’è molta sensibilità. Hanno guardato principalmente al fatto che c’è stata una presentazione della richiesta del bonus, anche se è pur vero che il vicepresidente non l’ha percepito e non ha presentato ulteriore documentazione per ottenerlo”.

‘Noi siamo stati coerenti, lo siano anche gli altri partiti’, il commento di Salvini dopo che il Carroccio ha sospeso i deputati Dara e Murelli per aver preso il sussidio. La Lega attacca il presidente dell’Inps Tridico. ‘Non è in grado, si dimetta’.

4,104FansLike
1,171FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Caso camici: pm, diffuso coinvolgimento di Fontana

0
C'è "il diffuso coinvolgimento di Fontana in ordine alla vicenda relativa alle mascherine e ai camici accompagnato dalla parimenti evidente volontà di evitare di...

editoriale

Il nuovo dramma delle donne migranti negli USA: la sterilizzazione

0
Secondo un rapporto riferito, dozzine di donne migranti detenute in un centro di detenzione negli Stati Uniti hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere...