adv-944
<< EUROPA

L’UE apre un indagine sul trasporto degli animali

| 22 Giugno 2020 | EUROPA

La decisione è stata presa con una maggioranza di 605 voti a favore, 53 contrari e 31 astensioni, e fa seguito a una richiesta presentata da 183 deputati.

Secondo la decisione, dal 2007 la Commissione europea ha ricevuto circa 200 segnalazioni relative a violazioni del regolamento.

Il Parlamento istituisce commissioni d’inchiesta per indagare sulle violazioni del diritto dell’Unione o su presunte cattive amministrazioni nell’applicazione del diritto dell’Unione. Il comitato sarà composto da 30 deputati e presenterà la sua relazione entro 12 mesi.

In una presentazione della recente strategia Farm to Fork, Stella Kyriakides Commissaria per la salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato che la Commissione sta attualmente valutando la strategia dell’UE in materia di benessere degli animali, comprese le norme esistenti per il trasporto e la macellazione degli animali. Questa valutazione si concluderà nel 2021 e potrebbe portare a una revisione delle regole.

L’organizzazione per il benessere degli animali ha accolto con favore la decisione del Parlamento. L’UE deve risolvere una serie di problemi a lungo persistenti relativi all’attuazione della normativa dell’UE in materia di trasporto di animali, tra cui il sovraffollamento, la mancata fornitura delle necessarie soste, cibo e acqua, trasporto in condizioni di calore estremo, trasporto di animali non idonei e lettiera insufficiente.

“Il voto del Parlamento di mettere le atrocità del trasporto di animali sotto i riflettori porta speranza”, afferma Olga Kikou, Responsabile della compassione in World Farming EU. “Ogni anno milioni di animali da allevamento vengono trasportati vivi in ​​lunghi e raccapriccianti viaggi, abbastanza spesso in condizioni sporche, angusti e spesso calpestando l’un l’altro”.

Compassione nell’agricoltura mondiale e oltre 35 ONG per il benessere degli animali in tutta Europa hanno protestato a marzo contro una decisione della Commissione europea di consentire il trasporto di bestiame tra gli Stati membri e verso i paesi terzi durante la crisi del coronavirus, senza tener conto dei problemi imposti alla salute e al benessere degli animali.

In una relazione di audit speciale sul benessere degli animali, la Corte dei conti europea (ECA) ha messo in guardia contro le lacune nell’attuazione delle politiche dell’UE in materia di benessere degli animali negli Stati membri.

“La Commissione europea è stata proattiva nell’affrontare le preoccupazioni delle parti interessate, ma dobbiamo ancora colmare il divario tra gli obiettivi ambiziosi e l’attuazione pratica”.

TAG: commissione europea, Farm to Fork, Ong, UE, World Farming EU
adv-939
Articoli Correlati