fbpx
adv-850
<< POLITICA

Dl rilancio: Pd avverte gli alleati, soldi presto o sarà boomerang

| 15 Maggio 2020 | POLITICA
pd zingaretti

Mettere subito i soldi in tasca a imprese e famiglie: a ventiquattro ore dalla presentazione, il decreto Rilancio è tutt’altro che archiviato per il Partito Democratico che, ora, teme un effetto boomerang.

“Che succede se fra una settimana, quando le attività cominceranno a riaprire, ristoratori e commercianti dovessero rendersi conto di non avere risorse per farlo?”, ci si domanda fra gli alti dirigenti dem.

Per questa ragione, lo stato maggiore Pd si è già attivato per mettere nero su bianco il decreto semplificazioni e le modifiche da apportare al decreto durante il passaggio parlamentare.

adv-919

Quello di un provvedimento ad hoc che sburocratizzi il rapporto fra stato e tessuto produttivo è uno strumento che Nicola Zingaretti chiede da un mese a questa parte e che servirebbe proprio a rendere più immediato l’accesso alle risorse da parte di aziende, commercianti, ristoratori, ma anche artigiani.

Tutto per scongiurare il rischio che quanto di buono fatto dal Governo e dal Partito Democratico possa andare perso a causa di una burocrazia ancora farraginosa sul piano della distribuzione delle risorse.

Di qui la mobilitazione di tutto lo stato maggiore del partito a cominciare da Zingaretti: “Buoni sono stati i primi provvedimenti su emergenza e liquidità, corretti e migliorati poi dal un buon lavoro parlamentare”, spiega il segretario non nascondendo che “nell’attuazione, invece, fino ad ora hanno prevalso burocrazia, ritardi e sottovalutazioni. Sono riemersi vizi e limiti conosciuti di un modello di Stato che troppo spesso non funziona”.

TAG: #NicolaZingaretti, dl, governo, PD
adv-537
Articoli Correlati