Sì, sognare: i viaggi on the road da pianificare in quarantena

220

Non sono tempi facili, ma gli italiani sono abituati per natura a guardare al futuro e alle
cose in positivo, iniziando a sognare. E questo è il momento migliore per farlo, dato che
da qualche settimana a questa parte siamo tutti costretti a restare fra le quattro mura
domestiche.

Può essere l’occasione giusta per iniziare a pianificare come muoverci quando l’emergenza sanitaria giungerà alla sua conclusione. Per ora c’è chi canta dai balconi in segno di solidarietà, chi si dedica alle raccolte fondi, chi usa i social per diffondere messaggi di speranza. E poi c’è chi, “cartina geografica” alla mano, comincia ad assaporare il gusto di una bella vacanza. Quindi, perché non pianificare un viaggio on
the road in moto o in auto durante queste settimane di quarantena? In un periodo
durante il quale il tempo sembra essersi fermato, che a muoversi sia la mente.

Programmare il viaggio on the road

La programmazione è sempre importante, per poter riuscire a organizzare un viaggio
con tutti i dettagli al posto giusto e per poterci godere al massimo la nostra prossima
vacanza su due o quattro ruote. Ecco i principali consigli per riuscirci.

  • Per prima cosa, conviene sempre fare un check dei documenti, e verificare che
    siano tutti in regola. Ad esempio, è il caso di controllare, anche attraverso questa
    pagina dedicata su dueruote.it, di avere la patente per la moto giusta per il modello che guideremo. Inoltre, in generale, occhio anche al bollo e all’assicurazione.
  • In secondo luogo, occorre verificare sempre le condizioni del clima e organizzarsi
    di conseguenza, ad esempio con il vestiario. Bisogna infatti provvedere ad un
    abbigliamento in linea con le temperature, specialmente quando ci si muove su
    due ruote, per evitare malanni.
  • Se restiamo nel campo dell’attrezzatura, oltre ai vestiti serve dotarsi degli
    accessori tecnici, come nel caso del casco e dei giubbotti appositi per i
    motociclisti. Anche le borse sono indispensabili, soprattutto quando si parte per
    un lungo viaggio on the road. Infine, non può chiaramente mancare la tenda per i
    pernottamenti sotto al cielo stellato.
  • Prima di partire, abbiamo la necessità di verificare le condizioni della nostra
    vettura o della moto, controllando ad esempio la pressione delle gomme, lo stato
    del motore e così via. Dobbiamo farlo per una questione di sicurezza, e dunque di
    tranquillità, per goderci la vacanza senza pensieri.
  • Ecco l’ultimo consiglio importante: concedere spazio alla libertà, ma partendo
    comunque da una bozza di itinerario. In questo modo potremo seguire almeno una traccia iniziale, con un certo margine di manovra, e decidere di volta in volta cosa fare, ma senza allontanarci troppo dalla rotta maestra.

In conclusione, sono molti gli aspetti da tenere in considerazione quando si organizza un
viaggio on the road. Meglio tenerli a mente tutti, nella speranza di “rimettersi in moto” il
prima possibile.