La Merkel afferma che combattere il razzismo in Germania è la sua “preoccupazione più profonda”

Il cancelliere tedesco ha incontrato gruppi di migranti dopo diversi attacchi di estrema destra

381
Il Cancelliere tedesco Angela Merkel

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che combattere il razzismo in Germania è la “preoccupazione più profonda” del suo governo mentre promette di affrontare gli attacchi estremisti di estrema destra.

Lunedì la Merkel ha incontrato rappresentanti delle organizzazioni di migranti per rassicurarli sul fatto che i ministri stanno prendendo sul serio la minaccia rappresentata dagli estremisti di destra. L’incontro è arrivato due settimane dopo che un uomo tedesco, di 43 anni, ha ucciso nove persone di origine immigrata in un bar shisha e in un chiosco nella città di Hanau, prima di uccidere sua madre e se stesso.

Il procuratore federale tedesco ha affermato che l’omicida, che è stato identificato solo come Tobias R, aveva pubblicato materiale online che mostrava una “mentalità profondamente razzista”. Angela Merkel ha dichiarato che le sparatorie avevano rivelato un veleno di razzismo in Germania.

L’attacco mortale del mese scorso è stato il terzo nel paese ad essere eseguito da un estremista di destra in meno di un anno. Un politico liberale è stato assassinato nella sua casa di Kassel nel giugno dell’anno scorso. Solo quattro mesi dopo, a ottobre, due persone sono morte nella città orientale di Halle dopo che un sicario ha attaccato una sinagoga.

La Merkel ha dichiarato che il governo ha implementato un pacchetto di misure dopo la sparatoria della sinagoga. “Speriamo che questo abbia un effetto”, riconoscendo che “questo non cambia il modo in cui ti senti”. Ha detto che tutti nel paese meritavano di sentirsi al sicuro, “indipendentemente dal loro colore della pelle o dalla fede”.

Alla riunione ha partecipato la Cancelliera Merkel, il ministro degli Interni Horst Seehofer, che ha annunciato la creazione di un gruppo di esperti indipendenti sull’islamofobia nel fine settimana. Seehofer, che guida il partito dell’Unione sociale cristiana (CSU), è stato preso di mira per i commenti che ha fatto sui musulmani. In precedenza ha dichiarato che “l’Islam non appartiene alla Germania”.

La scorsa settimana, una rete di 60 organizzazioni legate ai migranti ha pubblicato una lettera aperta alla Merkel accusando il suo partito cristiano democratico (CDU) e i suoi partner della coalizione CSU e SPD di personalizzare le loro politiche di migrazione e integrazione per riconquistare gli elettori che sostengono il lontano – alternativa giusta per la festa in Germania (AfD).

Le preoccupazioni per l’AfD sono esplose nella politica tedesca il mese scorso, quando il partito ha contribuito a eleggere un nuovo leader dello stato della Turingia. La mossa fu chiamata un “patto con il fascismo” e costrinse le dimissioni del successore designato della Merkel come leader del più grande partito nazionale, il CDU.

La Germania stava esercitando un “enorme razzismo strutturale” nei confronti del 23% dei residenti del paese, che provengono da un contesto migratorio, ha affermato la BKMO. I governi statali di tutta la Germania stanno prendendo in considerazione iniziative costituzionali che isolerebbero le istituzioni dalle forze politiche di estrema destra.

Un nuovo emendamento in Sassonia-Anhalt proibisce la “rivitalizzazione o diffusione delle idee nazionalsocialiste, la glorificazione del sistema di governo nazionalsocialista e le attività razziste e antisemite”.