fbpx
adv-502
<< EUROPA

La Svizzera organizza referendum per rendere illegale l’omofobia

| 9 Febbraio 2020 | EUROPA
referendum in Svizzera

Gli elettori svizzeri si recheranno alle urne domenica per decidere se sostenere una misura che renderebbe illegale discriminare le persone in base al loro orientamento sessuale.

I sondaggi mostrano un solido supporto per ciò che è stato definito legge “anti-omofobia”, ma gli oppositori hanno raccolto abbastanza firme in una petizione per mettere la questione in votazione pubblica. La Svizzera organizza referendum regolari che danno agli elettori voce in capitolo nell’elaborazione delle politiche.

Il referendum chiede agli elettori se sostengono un cambiamento legale che è passato attraverso il parlamento nel dicembre 2018 per rafforzare i codici di giustizia penale e militare contro l’incitamento all’odio e alla discriminazione.

adv-194

Gli oppositori di tali sforzi insistono nel dire che tali mosse violano il diritto alla libertà di opinione.

Le misure, che si espandono sulle leggi esistenti che vietano la discriminazione razziale, renderebbero illegale la denigrazione pubblica, la discriminazione o il risveglio dell’odio verso le persone in base al loro orientamento sessuale.

Gli operatori di ristoranti, cinema e strutture pubbliche come le piscine, ad esempio, non sarebbero in grado di discriminare nessuno in base al loro orientamento sessuale se la misura passasse.

I sostenitori di un piccolo partito politico, che afferma di avere valori cristiani ed è alla base della petizione, affermano che gli sforzi parlamentari sarebbero “uccisione della libertà” e che le protezioni contro la denigrazione sono già sancite dal diritto svizzero.

I sostenitori delle mosse parlamentari affermano che i miglioramenti alle leggi svizzere contro il razzismo sono necessari e non impediranno il legittimo dibattito pubblico, a condizione che non si allontani dal fomentare l’odio o la discriminazione.

Partiti verdi, di sinistra e centristi sostengono le protezioni rafforzate, mentre il populista, partito popolare svizzero di destra – la più grande fazione unica in parlamento – si oppone. 

I risultati sono attesi per domenica a mezzogiorno, dopo la chiusura dei sondaggi. La maggior parte degli elettori ha già votato per posta.

TAG: omofobia, referendum, Svizzera
adv-905
Articoli Correlati