Pallone d’Oro: Messi sacro per la sesta volta, Rapinoe succede a Hegerberg

105

Una nuova incoronazione storica, sinonimo di un record assoluto: l’argentino Lionel Messi ha vinto il sesto Golden Ball della sua ricca carriera lunedì durante una cerimonia a Parigi, dove l’americano Megan Rapinoe ha vinto la più prestigiosa distinzione individuale nel calcio femminile.

Con questo sesto titolo di miglior giocatore del pianeta (2009, 2010, 2011, 2012, 2015, 2019), Messi (32 anni) è ora solo al mondo di fronte al suo eterno rivale Cristiano Ronaldo (5 Ballons d’Or) e altre leggende come Johan Cruyff, Michel Platini, Marco Van Basten (3 palloni d’oro).

Una nuova incoronazione storica, sinonimo di un record assoluto: l’argentino Lionel Messi ha vinto il sesto Golden Ball della sua ricca carriera lunedì durante una cerimonia a Parigi, dove l’americano Megan Rapinoe ha vinto la più prestigiosa distinzione individuale nel calcio femminile.

Il Théâtre du Châtelet, che ha ospitato la cerimonia dell’edizione 2019 organizzata dal settimanale France Football, ha finalmente giocato una colonna sonora ancora una volta sacra un grande regolare per succedere a Luka Modric.

“Non devi mai smettere di sognare, non smettere mai di lavorare”, salutò “Leo”, sentendosi “benedetto”. “Penso di avere ancora buoni anni davanti a me, anche se il ritiro sta arrivando. Sono anche felice di scrivere la storia, la storia del mio club che amo così tanto”, FC Barcelona.

“The Pulga”, già vincitore del premio Fifa The Best quest’anno, davanti ai suoi principali outsider Virgil van Dijk (28 anni, 2 °) e Sadio Mané (27 anni, 4 °), che hanno già trionfato con il Liverpool in Champions League, giustizia abituale della pace negli anni dispari. E Ronaldo completa il podio (3 °).

Se Messi si è fermato in semifinale al C1 prima di vincere il campionato di Spagna, ha segnato 36 gol la scorsa stagione, sinonimo di sesta scarpa d’oro europea che premia il capocannoniere di tutti i campionati.

Considerato il miglior difensore centrale del mondo e uno dei maggiori costruttori della storica stagione “Reds”, Van Dijk non è riuscito a battere Messi come alla Coppa UEFA dell’anno scorso lo scorso agosto .

Anno d’oro per Rapinoe 

Come i giocatori della squadra di Francia (Antoine Griezmann, Kylian Mbappé, Raphael Varane) dopo il titolo di campione del mondo l’anno scorso, la dispersione dei voti a favore delle altre stelle di Liverpool, Mané, Mohamed Salah (5 °), o Alison Becker (7 °), è stato fatale.

Il Mané del Senegal, anche capocannoniere del campionato in campionato con il Liverpool e vice-campione dell’Africa con la sua selezione, è stato anche acclamato da molti osservatori ed ex giocatori per succedere a George Weah, l’unico giocatore africano a vincere questo prezzo nel 1995.

Alla fine è salito sul podio, proprio dietro l’eterno Cristiano Ronaldo (Juventus Torino), dopo il voto di una giuria globale di quasi 180 giornalisti. Terzo giocatore africano nella Top 10, l’algerino Riyad Mahrez arriva decimo. Per quanto riguarda le donne, l’American Rapinoe, protagonista della Coppa del Mondo-2019 sorpassata dal “Team USA”, ha concluso il suo anno d’oro con un nuovo prestigioso trofeo.

Il 34enne capocannoniere finito in Coppa del Mondo in Francia. Anche nominata miglior giocatore del torneo, la star americana aveva vinto il premio Fifa The Best Milano a fine settembre. Rapinoe, la cui statura ha superato il terreno per diventare un’icona dell’opposizione al presidente degli Stati Uniti Donald Trump, succede alla norvegese Ada Hegerberg, che ha ricevuto il primo Pallone d’oro femminile nella storia nel 2018.

Alisson, primo miglior portiere

Figura nella lotta per i diritti LGBT e l’uguaglianza di genere, Rapinoe non poteva essere presente a Parigi per ricevere il suo trofeo a causa di “obblighi personali”.

“Ma farò del mio meglio per essere presente il prossimo anno”, ha detto in un video messaggio, un segno della sua motivazione a mantenere il suo trofeo.

Altre due distinzioni sono state premiate quest’anno come parte del Pallone d’oro, con il Raymond Kopa Trophy per il miglior giocatore under 21 e il Lev Yachine Trophy, premiando per la prima volta i portieri.

Il francese Kylian Mbappé (20), vincitore del primo premio Kopa lo scorso anno, non è riuscito a superare se stesso per alcuni giorni.

Primo giocatore francese nella classifica Ballon d’Or 2019, davanti a Antoine Griezmann (18°), Hugo Lloris (23°) e Karim Benzema (26°), Mbappé ha consegnato il trofeo al suo successore Matthijs de Ligt (20) , uno dei pilastri dell’epopea Ajax Amsterdam sulla scena europea dell’anno scorso.

Sui portieri, il trofeo Yachine è caduto nei guanti del portiere brasiliano “Reds” Alisson Becker, a scapito del tedesco Marc-Andre ter Stegen di Barcellona. Non sorprende a tutti i livelli.