Sgarbi alla guida della Fondazione Canova di Possagno

Anche Treviso, Asolo e Altivole nell'agenda del critico d'arte

1418
Vittorio Sgarbi con il Cda Fondazione Canova
Il sindaco di Possagno, Valerio Favero e il critico d’arte

Professore e critico per eccellenza, la nomina di presidente della storica Fondazione Canova è arrivata domenica e Vittorio Sgarbi non ha perso tempo e si è messo subito a lavoro accettando il testimone lasciato dalla presidente dimissionaria Franca Coin che nei suoi tre anni di mandato ha avviato, in nome dello scultore Antonio Canova, diverse campagne anche internazionali, a sostegno della cultura italiana.

E adesso inizia l’epoca di Sgarbi, a lavoro già da subito in nome dell’arte e della cultura. A Treviso ha gettato le basi per una mostra su Martini, mentre ad Altivole pensa ” a una serie di iniziative collegate alla tomba Brion di Carlo Scarpa, (architetto veneziano, ndr)” spiega il professore. Con Asolo, il legame invece c’è da sempre. Cinque anni fa aveva lanciato la sua candidatura a sindaco ritirata a un passo dalle elezioni, il critico d’arte, ora sindaco di Sutri (Viterbo), per la città dei cento orizzonti con la terra del Canova immagina “un collegamento letterario con la poesia di Browning e D’Annunzio”.

Tra gli impegni previsti ci sarà il coordinamento delle attività per la preparazione delle celebrazioni canoviane che inizieranno l’11 luglio, a 200 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di Possagno, per arrivare al 13 ottobre 2022, data che segna i 200 anni dalla morte del Canova.

In questi quattro anni la Gypsotheca e Museo Antonio Canova sarà protagonista di una serie di iniziative culturali per celebrare il massimo esponente del neoclassicismo nel mondo.

Gypsoteca e museo Antonio Canova

A seguito delle dimissioni di Franca Coin, che voglio ringraziare ancora per il lavoro svolto, sono orgoglioso e onorato di aver ricevuto la disponibilità del prof Vittorio Sgarbi a ricoprire il ruolo di presidente della nostra Fondazione dichiara Valerio Favero, sindaco di Possagno, Sono sicuro che con la sua enorme cultura e la sua grande conoscenza dell’arte, saprà guidare nel modo migliore il nostro ente attraverso questi impegnativi anni di celebrazioni canoviane.

Franca Coin, presidente di Venice            International Foundation

Congratulazioni anche dal sindaco di Asolo Mauro Migliorini, Al professore Sgarbi e al Cda della Fondazione un augurio di buon lavoro, certo che non mancheranno momenti di collaborazione tra la Gypsoteca e il Museo “a cielo aperto” di Asolo.
Voglio però ringraziare, a nome della Città di Asolo la dottoressa Franca Coin, per l’immenso e inestimabile lavoro che ha fatto per Possagno,  specialmente per il territorio dell’Asolano e della Pedemontana continua Migliorini  A lei va il merito di aver messo in collaborazione propositiva, attraverso la figura del Canova, Possagno, Asolo e Crespano, collegandoli con Venezia e diversi musei internazionali. Attraverso la Mostra Venere nelle Terre del Canova, migliaia di turisti hanno potuto visitare Possagno, Asolo e Crespano.
Grazie a quella mostra, Asolo è entrato a far parte del circuito internazionale della Venice International Foundation.