mercoledì, Agosto 12, 2020
Home ATTUALITÀ Eroina sintetica, si allunga la lista nera delle sostanze vietate

Eroina sintetica, si allunga la lista nera delle sostanze vietate

-

Tutto ciò crea sballo nella società virtuale diventa uno strumento per distruggersi. Continua a incombere soprattutto sui più giovani, lo spettro delle droghe. Gli ultimi dati dell’Osservatorio europeo sulle Droghe parla di 8500 morti all’anno per le sostanze stupefacenti, nel vecchio continente. In Italia per contrastare il triste fenomeno, sono state inserite nella lista nera di quelle vietate dalla legge contro le droghe, dodici nuove sostanze psicoattive . E’ quanto prevede il decreto del 12 ottobre 2018 del Ministero della Salute, reso necessario a seguito “dei casi di decesso registrati in Europa e in considerazione dei rischi connessi alla diffusione di nuove sostanze psicoattive sul mercato internazionale”, create per aggirare il divieto nei confronti della cosiddetta ‘eroina sintetica’. Continuamente vengono create e immesse sul mercato illegale nuove droghe sintetiche e, di conseguenza, le autorità sono costrette ad aggiornare periodicamente la lista in cui vengono catalogate.

In questa ‘corsa contro il tempo’ rientra il decreto firmato dal ministro Giulia Grillo e in vigore dal 17 novembre scorso, che aggiorna le tabelle sugli stupefacenti previste dal Testo unico sulle droghe (Dpr 309/1990). A creare “motivo di allarme sociosanitario”, “la diffusione di molecole sintetizzate per aggirare il divieto sulla molecola Fentanil”, la cosiddetta eroina sintetica, poiché “possiedono potenza notevolmente superiore alla molecola originale” e gli utilizzatori “possono essere soggetti a depressione respiratoria per l’elevata potenza su recettori oppiacei”. Pertanto il testo dispone l’inserimento nella tabella I, dove sono elencati gli psicotropi posti sotto controllo internazionale, di una serie di sostanze derivate o analoghe al Fentanil, alcune delle quali causa di decessi in Svezia, Polonia, Slovenia e Regno Unito: 3-Fenilpropanoilfentanil, 4- Fluoroisobutirfentanil (4F-iBF), Benzodiossolfentanil, Benzilfentanil, Benzoilfentanil, Carfentanil, Ciclopentilfentanil, Ciclopropilfentanil, Metossiacetilfentanil, Tetraidrofuranilfentanil (THF-F), Tetrametilciclopropanfentanil e Tiofenefentanil.

Nel nostro paese, emerge che il 19% dei ragazzi italiani, quindi 1 su 5, ha fatto uso di cannabis e suoi derivati nel corso dell’ultimo anno, percentuale inferiore solo a quello della Francia (22,1%). Ma a destare allarme è l’uso sempre più intenso tra i più giovani delle cosiddette “nuove droghe”. Sempre secondo l’Osservatorio Europeo, in Italia 155mila persone con età compresa tra i 15 e i 34 anni avrebbero fatto uso di sostanze stimolanti, reperite con estrema facilità in discoteca, in manifestazioni giovanili o da uno spacciatore. Ma a essere utilizzato è anche il cosiddetto Deep Web, grazie alla possibilità di poter occultare le identità di acquirenti e venditori, con transazioni spesso operate in BitCoin e LiteCoin. Secondo uno studio dello European school Survey project on Alcohol & other drugs (Espad), condotto annualmente dall’Istituto di Fisiologia clinica del Cnr e diffuso dalla Comunità di San Patrignano, il 34% degli studenti ha utilizzato almeno una sostanza psicoattiva illegale nel corso e circa il 27% durante l’ultimo anno.

Diversamente dall’inizio del boom dell’ecstasy, alla fine degli anni ‘90, negli ultimi anni si è assistito a una diversa modalità di assunzione da parte dei giovani. Per quanto riguarda il traffico, nel 2017, in Italia sono stati arrestati circa 2.500 trafficanti e spacciatori d’eroina. Altri mille sono stati indagati. Più della metà sono stranieri. Tra questi, 430 tunisini, 243 marocchini, 91 gambiani.


close







close






4,100FansLike
1,175FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Joe Biden sceglie Kamala Harris come vicepresidente

0
Il candidato alla presidenza democratica Joe Biden ha ufficialmente scelto la senatrice della California Kamala Harris come vicepresidente. Harris, che si è candidata alla presidenza,...

editoriale

Il lato oscuro del monitoraggio digitale in un’app anti coronavirus

0
In Corea del Sud hanno tenuto sotto controllo la curva delle infezioni da coronavirus senza chiudere locali pubblici e scuole, senza imporre drastiche restrizioni...