Film di successo – Piccoli errori e contraddizioni

758

Quante volte guardando un film ci assale un dubbio del tipo… “ma già c’era questo oggetto?”, oppure… “ma non aveva i capelli corti due secondi fa?”, o ancora… “ma in quell’anno era possibile?”. Bene, siete curiosi di scoprire alcuni degli errori commessi in vari film? Eccoli… (Chiaramente, cercherò di evidenziare errori non già noti sul web).

  1. Troy, Achille viene chiamato d’urgenza perché deve combattere, lui è pronto, il silenzio d’improvviso assale la scena per una frazione di secondo, poi s’intravede in cielo un’estremità alare di … un uccello preistorico? No, non è un uccello, è solo un Boeing 767 che sorvola il cielo dell’antica Grecia.
  2. Ragazze interrotte 
    Il periodo storico in cui è ambientato è il 1967, le ragazze a un certo minutaggio del film vogliono andare nel Parco di Walt Disney in Florida, peccato però che questo parco sia stato aperto solo 5 anni dopo, cioè nel 1971.
  3. Titanic, qui ce ne sono diversi e più o meno sono stati già segnalati sul web, tra questi, c’è un’isola che s’intravede mentre la nave è in viaggio in pieno oceano; le bretelle di Di Caprio che spariscono mentre lui è in manette legato alle condutture; alcuni secondi prima che si ferma l’inquadratura su Kate e Di Caprio sui corridoi all’esterno della nave, non c’è “un filo di vento”, eppure, il Titanic sta viaggiando in mare aperto a circa 25 nodi, dopo qualche secondo… ecco il vento soffiare sui capelli di kate e non solo. (Scena dello sputo).

4) Harry Potter (La camera dei segreti) nel combattimento con l’allievo “Drako”, ecco che spunta un operatore tra gli allievi che assistono allo scontro, i capelli di Ermione in tutti gli episodi o quasi, cambiano in una frazione di secondo, nella stessa scena ha diverse acconciature ma nessuno dello staff sembra essersene accorto.

5) Lo Squalo, anche qui ce ne sono stati diversi già segnalati, tra questi, c’è l’imbarcazione dei cameraman che, insieme ai pescherecci e alle barche che vanno a caccia dello squalo, insegue la motovedetta del protagonista del film, l’inquadratura è di un’altro operatore a bordo di un’imbarcazione che segue a distanza le barche coinvolte nella scena.

Ma potremmo segnalarne ancora tanti, come ad esempio ne “Il Gladiatore“, quando spunta per qualche secondo un orologio al polso di un soldato romano mentre sistema un cavallo, o la bombola di azoto nel carro, visibile quando questo si rovescia; ancora, nel film “Lake Placid“, quando il coccodrillo grigio enorme, un secondo dopo è tutto nero e si ridimensiona notevolmente. Alla fine, questi film hanno fatto la storia del cinema e, per quanto possano presentare alcune piccole imperfezioni o contraddizioni, resteranno film da Oscar e da riconoscimenti di un certo prestigio.