adv-975
<< ATTUALITÀ

Dov’è finita la coscienza europea?

| 9 Giugno 2017 | ATTUALITÀ

Ma che cosa succede in Europa o, meglio, all’Europa? Da anni televisione e giornali ci hanno abituati alle malefatte dell’Isis e del terrorismo islamico, alle loro imprese di sangue, ai loro atti di morte. Gli “esperti” hanno detto, stradetto e ripetuto e ridicono, stradicono e straripetono che dall’11 settembre del 2001 è cambiata la storia. Sì, è vero, la storia è cambiata.

Ma non è vergognoso dover avere paura mentre viaggio sulla metro oppure passeggio in Piazza del Duomo o in Piazza di Spagna oppure al centro commerciale della grande città, avere paura mentre visito il museo oppure dovermi porre tanti dilemmi riguardo la mia sicurezza allo stadio o ad un concerto dato che il pazzo di turno potrà scaraventarmi in aria e mandarmi in frantumi? E vale per Roma e per Milano, Parigi, Londra, Firenze e Madrid….

Ma tutto questo non è vergognoso ed osceno per noi europei, noi occidentali, per noi che veniamo dalla Grecia e da Roma ovvero da quelle civiltà, se per caso l’avessimo dimenticato, che hanno dato al mondo la democrazia e il diritto, le leggi e la giustizia, per noi che veniamo dalla civiltà cristiana, eh sì, perché l’Occidente, che piaccia o no, è anche un prodotto cristiano, eccome se lo è!

adv-727

Tantissimi se lo chiedono, così credo o almeno lo spero: Ma dov’è finita l’Europa, quella che ha abbattuto le tirannie, rovesciato re e regine, che ha lottato per le indipendenze, quella che ha inventato gli Stati, quella che ha vinto sull’Islam e sui turchi, quella che ha fatto le rivoluzioni, quella che ha creato l’arte e ha fatto la cultura di oltre mezzo mondo? Quale debolezza si è impossessata mai del nostro Occidente civile e luminoso?

Davvero i potenti di turno (quelli che vediamo in televisione al telegiornale) faranno qualcosa per dare all’Europa e all’Occidente la sua dignità? Intanto si parla di misure antiterrorismo, di controlli e bla bla bla, intanto le persone saltano in aria e vanno in frantumi, e intanto la paura rimane e si impossessa delle nostre abitudini, dei nostri costumi, delle nostre vite.

Non si tratta di razzismo né di antislamismo e, per cortesia, il “politicamente corretto” mettiamolo da parte, per il semplice fatto che non ne abbiamo bisogno. Piuttosto diciamolo in tutta verità ed onestà che la cultura europea nulla ha da spartire con la cultura islamica per il semplice fatto che le due culture non coincidono anzi, non hanno mai coinciso, e qualcuno mi faccia la cortesia di andarsi a leggere un po’ di storia. E ci saranno pure delle ottime cose nell’islam, e chi lo nega?

Ma queste ottime cose che pure ci saranno chissà perché non ce le fanno vedere, eppure crediamo (e ce lo suggerisce la ragione) che nell’islam ci devono essere per forza delle ottime cose. E volentieri concediamo il beneficio, grazie alle categorie della ragione. Ma finiamola una buona volta di ripetere a pappagallo che l’islam non è il terrorismo, che i terroristi sono una frangia, che si tratta degli estremisti e bla bla bla, perché i dati di fatto ci dicono che le bombe come i camion impazziti o gli sgozzamenti stanno alla Mezzaluna così come il Colosseo sta a Roma.

Andatelo a dire a tutte quelle persone innocenti che sono state sgozzate e che vengono sgozzate, che sono state fatte a pezzi dagli ordigni o schiacciate dai camion killer che trattasi solo di frange e di scheggiuzze estremiste che però non sono l’islam. Assistiamo e conviviamo con la cronaca del terrore tutti i santi giorni, appunto da quando ci hanno detto che “la storia è cambiata”. La smettano, per cortesia, certi signori di tentare di farci il lavaggio delle coscienze. E’ la nostra storia, la nostra cultura, è la nostra vita civile ad essere sotto attacco. Un attacco che non si vince facendo la fiaccolata di circostanza, la condanna del momento magari scrivendo Je suis Charlie e buonanotte.

Io temo per una coscienza che tende sempre più a scemare e che rende vano (“e vabbé”) ciò che è stato costruito e raggiunto in tanti secoli. Ho paura che si dimentichi la storia, chi siamo e cosa abbiamo fatto. Dov’è finita la coscienza europea? Debolezza, lavaggio del cervello, ignoranza, dimenticanza? Il politicamente corretto saprà rispondere?

adv-982
Articoli Correlati