Una manovra da 3,4 miliardi che passa alla Camera

Via libera alla fiducia con le principali novità.

698

Via libera alla fiducia posta dal governo sulla manovra da 3,4 miliardi di euro richiesta da Bruxelles. Un provvedimento arrivato già corposo e che ha imbarcato diverse altre misure compresi microinterventi come 300mila euro per la Fondazione Real Sito di Carditello, le norme sullo sci alpino e per gli skilift in Abruzzo, disposizioni per la minoranza italiana in Istria, Fiume e Dalmazia. I voti a favore della fiducia sono stati 315, i contrari 142, molti non hanno partecipato al voto a partire dai deputati di Mpd per protestare contro lo strappo sui voucher che ha creato mal di pancia anche tra i democratici.

Giovedì ci sarà il voto finale di Montecitorio e la prossima settimana il decreto inizierà l’iter in commissione per approdare davanti all’assemblea a partire dal 13 giugno prossimo, dopo il primo turno delle amministrative: deve essere convertito in legge entro il 23 giugno. Nel passaggio parlamentare c’è stato il travaso nel decreto del prestito ponte da 600 milioni per Alitalia, la fusione Anas-Fs, fondi per 1,3 miliardi per la stabilizzazione dei precari della scuola, il via libera ad una serie di strumenti che puntano a facilitare il mercato dello stock dei non-performing loans in mano alle banche ed alle istituzioni finanziarie. Tra le polemiche anche gli otto milioni al teatro Eliseo negando risorse, invece, alle vittime del terrorismo. Il primo passo verso la web tax con la previsione di una cooperazione rafforzata tra i giganti del web e il fisco. Gli studi di settore saranno sostituiti dagli indici di fattibilità e i fondi pensione saranno esclusi dal bail in.

Queste le principali novità.

WEB TAX: arriva in Italia una web tax transitoria. Si tratta di un meccanismo per un accordo preventivo rafforzato tra le multinazionali del web e il Fisco. Si applica a tutti i gruppi multinazionali con ricavi consolidati superiori a 1 miliardo di euro e che effettuino cessioni di beni e prestazioni di servizi nel territorio dello Stato per un ammontare superiore a 50 milioni di euro.

VOUCHER: al posto dei vecchi voucher arrivano i libretti famiglia e il contratto di prestazione occasionale ma con dei paletti: i contratti potranno essere utilizzati dalle imprese fino a 5 dipendenti a tempo indeterminato con una retribuzione oraria di 9 euro ed entro un tetto unico di 5mila euro complessivi. Per le famiglie arriva un libretto nominativo prefinanziato con buoni da 10 euro.

SOSPENSIONE PAGAMENTO AD ANAS CONCESSIONE A24/A25: La società di gestione delle autostrade A24 e A25 può rinviare il pagamento degli oneri di concessione all’Anas del 2015 e del 2016 per avviare i lavori di sistemazione antisismica delle autostrade. Si tratta di due rate da 55,8 milioni di euro ciascuna. Il concessionario verserà le quote sospese in tre rate il 31 marzo degli anni: 2028, 2029 e 2030 con maggiorazione degli interessi maturati calcolati al tasso legale.

RIMBORSI IVA SPRINT: riduzione da 90 a 65 giorni i tempi dei rimborsi evitando il passaggio intermedio attraverso gli agenti della riscossione.

RESTA AMPLIAMENTO SPLIT PAYMENT PROFESSIONISTI: nulla di fatto per l’esclusione dei professionisti dall’ampliamento dello split payment. Respinti quattro emendamenti in commissione.

ADDIO STUDI SETTORE: addio agli studi di settore che lasciano il posto agli indici sintetici di affidabilità fiscale. Si prevede un regime premiale crescente in base al grado di compliance delle partite Iva misurato su una scala da 1 a 10.

TASSA AIRBNB, ESATTORI PORTALI STRANIERI: via libera alla cosiddetta tassa Airbnb, la tassazione per gli affitti brevi. Anche i portali online internazionali diventeranno esattori. Infatti, anche le piattaforme online prive di stabile organizzazione in Italia dovranno agire come sostituti d’imposta e nominare un rappresentante fiscale per la riscossione.

SALVA-MUSEI: dopo la bocciatura da parte del Tar del Lazio delle nomine dei cinque direttori stranieri dei musei arriva una norma che di fatto supera la sentenza. Viene chiarito che i musei non rientrano tra i soggetti di interesse nazionale che non possono avere un dirigente straniero.

TASSA SOGGIORNO: anche per gli affitti brevi arriva la tassa di soggiorno. La dovranno far pagare ai loro ospiti anche i portali online come Airbnb e Booking. I Comuni potranno anche deliberare un aumento.

ADDIO CONIO MONETINE 1-2 CENT: stop al conio delle monetine da 1 e 2 centesimi dal 2018. Quelle in circolazione continueranno comunque ad essere accettate.

PREVIDENZA COMPLEMENTARE ESCLUSA DA BAIL-IN: le forme di previdenza complementare sono escluse dalle procedure di bail in. La norma approvata in commissione prevede che su queste somme non sono ammesse azioni dei creditori del depositario, del sub-depositario, o nell’interesse degli stessi.

SBLOCCO MERCATO CARTOLARIZZAZIONE VECCHI NPL: Via libera ad una serie di strumenti che puntano a sbloccare il mercato dello stock dei non-performing loans in mano alle banche ed alle istituzioni finanziarie. Tra le misure previste la possibilità che le società di cartolarizzazione possano concedere finanziamenti e acquisire o sottoscrivere azioni o titoli derivanti dalla conversione dei crediti. Prevista anche la possibilità per le banche di istituire società veicolo per ‘acquisire, gestire e valorizzare’ i beni posti a garanzia dei crediti.

DIETROFRONT SU FLIXIBUS: ritornano gli stacoli all’attività della società di trasporto low cost che sembravano essere stati superati. Si torna in pratica alle disposizioni previste dal Milleproroghe che prevedevano delle limitazioni all’accesso al mercato.

MENSE BIO: arrivano le mense biologiche certificate nelle scuole. Viene istituito un fondo per ridurre i costi a carico degli studenti e realizzare iniziative di informazione e promozione.

ALLOGGI ATLETI-DIPENDENTI NEI NUOVI STADI: nei nuovi stadi sarà possibile realizzare strutture con destinazioni d’uso diverse da quella sportiva purché non residenziale, compresi alloggi per gli atleti e per i dipendenti della società sportiva che li utilizza, nei limiti del 20% della superficie utile.

RIVOLUZIONE EDICOLE: si introducono in manovra parte delle norme attuative della delega sull’editoria che faticavano a decollare. Arriva la semplificazione del processo di apertura di nuovi punti vendita (per cui basta la segnalazione di inizio attiva) e si rimuovono gli ostacoli che non consentono di ampliare le categorie merceologiche che possono essere vendute dai giornalai. Confermate le sanzioni per chi viola le norme.

PREPENSIONAMENTI GIORNALISTI: risorse aggiuntive per la pensione di vecchiaia dei giornalisti di imprese editoriali in crisi.

STRETTA DETRAZIONI IVA: si applica alle fatture emesse dal 1 gennaio 2017.

ECOBONUS INCAPIENTI: i contribuenti incapienti potranno cedere l’ecobonus per i lavori condominiali.

IVA SUI TRASPORTI: l’Iva agevolata al 5 e al 10% e l’esenzione d’imposta previsti per il trasporto lacuale, fluviale e lagunare di persone si applichino anche ai veicoli al seguito.

TABACCHI: si estendono ai tabacchi le regole per oscurare i siti web che, in assenza di autorizzazione dei Monopoli, offrono e-cig, prodotti da inalazione senza combustione o pubblicità diretta o indiretta di questi prodotti.

ROTTAMAZIONE LITI ANCHE PER TRIBUTI LOCALI: arriva l’allargamento della rottamazione delle liti fiscali anche ai tributi locali.