fbpx
adv-961
<< POLITICA

Governo Meloni: i candidati ministri per l’esecutivo

| 27 Settembre 2022 | POLITICA

Il centrodestra ha vinto le elezioni politiche e avrà la maggioranza in entrambe le Camere. Sarà il presidente della Repubblica, una volta insediate le nuove assemblee, a dare l’incarico di governo: probabilmente sarà Giorgia Meloni a diventare premier, prima donna nella storia del Paese. E insieme al suo nome, circolano ipotesi su quali potrebbero essere le personalità indicate per far parte dell’esecutivo.

La leader di Fratelli d’Italia, primo partito alle elezioni, potrebbe ricevere dal presidente della Repubblica l’incarico di formare il governo: sarebbe la prima donna premier nella storia del Paese. Nel caso, sarà lei a proporre a Sergio Mattarella una lista di ministri che lo stesso Presidente dovrà approvare e poi nominare, come previsto dalla Costituzione.

Considerato uno dei più vicini a Giorgia Meloni, tra i fondatori di Fratelli d’Italia, già deputato e sottosegretario e attualmente impegnato nel settore privato, il suo nome è tra quelli che circolano più insistentemente come possibile ministro. Per Crosetto potrebbero aprirsi le porte del dicastero della Difesa, oppure dello Sviluppo Economico.

adv-972

Anche lui è tra i fondatori di Fratelli d’Italia e molto vicino a Giorgia Meloni: per La Russa potrebbero aprirsi le porte del governo, di cui ha già fatto parte dal 2008 al 2011 come ministro della Difesa.

È il capogruppo uscente di Fratelli d’Italia alla Camera e una delle personalità più importanti del partito guidato da Giorgia Meloni. Anche lui potrebbe entrare a far parte del governo: per lui potrebbero aprirsi le porte del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile.

Il giurista ed ex magistrato è stato candidato a questa tornata elettorale nelle fila di Fratelli d’Italia, e potrebbe essere una delle figure destinate a un dicastero nel governo Meloni: per lui potrebbero aprirsi le porte del ministero della Giustizia.

Il governo non avrà però solo ministri di Fratelli d’Italia: anche Lega e Forza Italia avranno, con ogni probabilità, la loro quota di esponenti nell’esecutivo. Tra questi potrebbe esserci Giulia Bongiorno, senatrice del Carroccio e già ministra nel governo Conte I: anche lei è in corsa per il dicastero della Giustizia.

In quota Forza Italia potrebbe entrare nell’esecutivo Antonio Tajani, già presidente del Parlamento europeo, ex commissario europeo e attualmente vicepresidente del Partito Popolare europeo. Le sue competenze e conoscenze internazionali potrebbero aprirgli le porte della Farnesina.

Anche l’uscente presidente del Senato – e candidata del centrodestra all’elezione che ha riportato Sergio Mattarella al Quirinale – rientra nel totonomi: la sua esperienza nelle istituzioni potrebbe valerle una posizione nel governo di coalizione che nascerà.

Tra i nomi in quota Forza Italia che potrebbero far parte del governo c’è anche quello di Licia Ronzulli: considerata molto vicina alla linea di Silvio Berlusconi, è senatrice uscente e prima ancora è stata eurodeputata.

Noi Moderati non ha raggiunto i voti necessari per entrare in Parlamento nella quota proporzionale, ma potrebbe comunque avere una rappresentanza nel prossimo esecutivo: nel caso, i nomi spendibili potrebbero essere quelli di Maurizio Lupi, ministro delle Infrastrutture nei governi Letta e Renzi, e Gaetano Quagliariellio, ministro per le Riforme Costituzionali nell’esecutivo dell’uscente segretario Dem.

Sono due i nodi che sembrano intricati da sciogliere: il primo è il Viminale. Il basso risultato elettorale potrebbe allontanare Matteo Salvini da un ritorno, dopo l’esperienza del Conte I. Tra le ipotesi che circolano c’è quella di Matteo Piantedosi, prefetto di Roma, e già capo di gabinetto al ministero dell’Interno.

Il secondo nodo è quello sul dicastero considerato forse il più delicato in ogni governo, e su chi potrebbe prendere l’incarico ci sono ancora molti dubbi. Nei giorni scorsi era circolato il nome di Fabio Panetta, membro del board della Bce: lui stesso però si sarebbe chiamato fuori dalla corsa a via XX Settembre.

TAG: elezioni politiche, Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, governo
adv-477
Articoli Correlati