fbpx
adv-755
<< IL FORMAT

L’Ema alle aziende, testate tutti i farmaci per le impurità cancerogene

| 27 Settembre 2019 | IL FORMAT

Tutti i farmaci autorizzati al commercio nell’Unione Europea devono essere testati per l’eventuale presenza di nitrosammine, le sostanze cancerogene alla base del ritiro da parte dell’Aifa dei lotti di ranitidina e che nel 2018 era stato anche la causa del ritiro di molti farmaci antipertensivi contenenti valsartan. Lo richiede l’Ema, l’agenzia europea per i medicinali.

La richiesta, precisa l’Ema, è precauzionale e riguarda tutti i farmaci che contengono principi attivi prodotti da sintesi chimica. “Se sono trovate nitrosammine in uno di questi farmaci – si legge – i detentori dell’autorizzazione all’immissione al commercio devono informare le autorità rapidamente per poter prendere i provvedimenti regolatori più appropriati”.

Le nitrosammine sono classificate come un ‘probabile cancerogeno’, vale a dire che l’esposizione sopra i livelli di sicurezza può aumentare il rischio di tumore a lungo termine. “Sono presenti in alcuni cibi e nell’acqua potabile – aggiunge l’Ema – e quando sono stati trovati nei farmaci il rischio di sviluppare un tumore è stato giudicato basso”.

adv-405

Aifa,sui social diffuse liste fake di farmaci con ranitidina

“Nelle ultime ore sui social network si stanno diffondendo liste di farmaci che nulla hanno a che vedere con quelle oggetto dei provvedimenti restrittivi disposti nei giorni scorsi che riguardano esclusivamente farmaci contenenti ranitidina”. A mettere in guardia è l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), in seguito alle notizie relative al blocco e al ritiro di alcuni lotti di medicinali per disturbi gastrointestinali.

Gli esperti dell’ente regolatorio raccomandano di “consultare esclusivamente le informazioni pubblicate sul portale” web dell’Aifa, dove sono pubblicati anche gli elenchi dei lotti dei farmaci contenenti ranitidina interessati dal ritiro e di quelli interessati dal divieto di utilizzo. “Ogni altro elenco difforme da quelli su indicati – si precisa – non è da considerarsi attendibile”.

TAG: #AIFA, Case Farmaceutiche, Europa, medicinali
adv-926
Articoli Correlati