fbpx
adv-565
<< POLITICA

Amministrative, trionfo di Decaro a Bari e di Salvemini a Lecce. Foggia va al ballottaggio

| 28 Maggio 2019 | POLITICA

Oltre a votare per il rinnovo del Parlamento Europeo, domenica in molti comuni si è giocata un’altra partita importante: le amministrative. La Puglia è stata interessata dalle votazioni in diversi comuni, tra cui i capoluoghi Bari, Lecce e Foggia. A Bari a trionfare è stato Antonio Decaro, sindaco uscente di centro sinistra, a Foggia è ballottaggio tra Landella e Cavaliere, mentre a Lecce si riconferma Salvemini.

Per Decaro un plebiscito a Bari

Era nell’aria e le previsioni gli hanno dato ragione. Antonio Decaro è nuovamente il sindaco di Bari. Il risultato delle elezioni Europee non ha minimamente intaccato le preferenze dei baresi a livello comunale. Infatti, se per il Parlamento Europeo le scelte sono ricadute su Movimento 5 stelle e Lega, per il rinnovo del consiglio comunale nessun dubbio da parte dei cittadini baresi.

Antonio Decaro al primo turno ha così asfaltato il suo diretto avversario, Pasquale Di Rella (23,6%), e la candidata del Movimento 5 stelle, Elisabetta Pani (8,7%), raggiungendo il 66,3% delle preferenze. Il sindaco uscente di Bari si riconferma così alla guida della città dopo 5 anni di governo.

adv-93

Le prime battute le riserva sulla pagina Facebook (“Sono stanco morto, stordito, commosso e felice. In questo momento non so dirvi altro che grazie, Bari. Grazie baresi”) per poi incontrare gli elettori in piazza dinanzi al suo comitato elettorale. “Dopo i risultati delle Europee – ha commentato Decaro – in tanti mi hanno detto che ci voleva un miracolo a vincere al primo turno e invece quello che è successo dimostra che non è un miracolo amministrare bene una città. Non è un miracolo lasciare gli slogan da parte e impegnarsi a risolvere i problemi. La vittoria non è un miracolo: è un riconoscimento di 5 anni di lavoro”.

Soddisfazione anche da parte di Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, giunto al comitato di Decaro per festeggiare insieme al primo cittadino: “Una gioia immensa – ha commentato – Grazie a tutti i baresi per questo incredibile risultato”. In vista delle Regionali del 2020, questo risultato barese è sicuramente positivo per il centro sinistra.

Amministrative a Foggia, si va al ballottaggio

L’altro grande comune interessato dalle elezioni amministrative è stato Foggia. Per definire il sindaco della città, però, bisogna aspettare il ballottaggio tra Franco Landella, sindaco uscente di centro destra, e Cavaliere di centro sinistra. Landella ha chiuso questa tornata elettorale con il 46,11%, mentre Pippo Cavaliere si è fermato al 33,71%. Così il 9 giugno i 122 mila foggiani aventi diritto di voto ritorneranno alle urne.

Gli altri candidati erano Quarato dei 5 stelle, Mainiero e Pertosa di movimenti civici.

Sebbene alle comunali i 5 stelle con Quarato abbiano raggiunto soltanto il 15,16%, alle Europee il Movimento è riuscito ad eleggere Mario Furore come neoparlamentare.

Amministrative a Lecce, Salvemini si riconferma Sindaco

I leccesi hanno scelto come primo cittadino Carlo Salvemini, sindaco uscente, che ha vinto su Saverio Congedo di centro destra, Mario Fiorella di Sinistra Comune, Adriana Poli Bortone della coalizione civica e Arturo Baglivo del Movimento 5 stelle.

La riconferma di Salvemini (51,16%) non era così scontata. Infatti, quella di Congedo è stata una candidatura di alto profilo, considerato il suo ruolo da consigliere regionale. Ma soprattutto, mentre a Bari Decaro in cinque anni non ha praticamente mai avuto rotture interne alla sua maggioranza, non si può dire la stessa cosa di Salvemini. Ricordiamo, infatti, che la città salentina ha vissuto un periodo lungo e travagliato: il sindaco, infatti, si era dimesso nel mese di gennaio non avendo più una maggioranza. Ma, tornati alle urne, i leccesi lo hanno premiato: è di nuovo Salvemini il sindaco di Lecce, al primo turno.

Analisi delle amministrative nei tre capoluoghi

Sebbene le elezioni europee abbiano confermato il predominio elettorale della Lega di Salvini in Italia e dei 5 stelle in Puglia, nelle comunali pugliesi i dati sono diversi.

Per la città di Bari a trionfare non solo è stato il sindaco uscente, ma soprattutto il centro sinistra. Pertanto coloro che alle europee non hanno votato PD, alle comunali lo hanno fatto. Questo dimostra senza dubbio la forza governativa di Antonio Decaro che va oltre gli schieramenti. Lo stesso sindaco, dopo la vittoria, ha testualmente detto: “Non dimentico che oggi ho ricevuto il voto di chi normalmente vota dall’altra parte”. Decaro si è posto così, sin da subito, come sindaco di un’intera città, senza distinzioni né schieramenti, lavorando con assessori e consiglieri comunali per tutta Bari.

Per le elezioni europee a Lecce e provincia è stato il Carroccio ad essere il primo partito con il 26,94% dei voti. Questa vittoria, unita alla situazione politicamente delicata della città, non faceva ben sperare per Salvemini, che invece ha riconquistato la fiducia dei suoi concittadini e surclassato il candidato di centro destra.

A Foggia, infine, le elezioni europee hanno affermato il Movimento 5 Stelle come primo partito con il 28,93%, seguito dalla Lega di Salvini al 28,48%. Per conoscere il sindaco, invece, bisogna aspettare. La gara politica è ancora apertissima e sarà soltanto il ballottaggio a decretare il nuovo sindaco. Oltre a Foggia, vanno al ballottaggio anche le città di San Severo, San Giovanni Rotondo, Orta Nova e Torremaggiore.

TAG: ammnistrative, Bari, comunali, Decaro, foggia, Landella, Lecce, Salvemini
adv-187
Articoli Correlati