Serie A: Granata beffati nel finale da CR7

178

Nel derby giocatosi tra le due squadre torinesi Juventus e Torino sono state molte le sorprese. L’Allianz Stadium ha ospitato i giocatori granata che nonostante abbiano giocato meglio dei bianconeri nel corso del primo tempo sono stati beffati nei minuti finali.
La squadra di Allegri si presenta con una rosa titolare di tutto rispetto ma con una panchina meno utile dal punto di vista tecnico e non d’esperienza, rispetto a quella del Torino che riserva il posto in campo nel secondo tempo a giocatori del calibro di Baselli, Aina e Zaza.
Ospiti che non lasciano molta scelta nel gioco ai padroni di casa, effettuando pressing alto per tutti i 90 minuti e marcando a zona.
Molteplici le difficoltà dei bianconeri sullo sviluppo del gioco, molti errori e fraintendimenti risultati fatali nel corso della prima frazione di gara che si è conclusa con il risultato di 0-1 per gli ospiti.
Molto bravo Lukic nello sfruttare l’errore di Pjanic sulla rimessa laterale battuta da Joao Cancelo dal quale è nato il gol, tiro sul quale l’estremo difensore bianconero non è riuscito a compiere il miracolo sperato dai tifosi.
Poco dopo la ripresa del match, Ansaldi del Torino fornisce palloni migliori ai compagni di squadra rispetto al primo tempo nel quale anche il Torino ha sprecato molto.
Molti gli interventi scorretti tralasciati dal direttore di gara apparso perplesso in più occasioni, scintille tra Bonucci e Lukic a causa delle molteplici spinte in volo da parte del numero 7 ospite ai danni del difensore bianconero.
Molti i tentativi di andare in gol dalla distanza e di prima intenzione da parte di Cuadrato, occasioni non sfruttate al meglio forse dovute anche al lungo periodo di inattività. Fischi per lui al momento del cambio col giovane Pereira.
Successivamente gomitata invontaria di Bremec ai danni di CR7 che accusa il colpo senza gravi conseguenze.
Assente invece il giovane Moise Kean, nonostante abbia provato a mettere il pallone in rete è risultato poco decisivo.
Una prestazione da vero capitano da parte del “gallo” Belotti che ha giocato una partita di sacrificio per tutti i 90 minuti tornando in difesa ad ogni occasione per fornire sostegno alla manovra difensiva della sua squadra, difesa che si è fatta superare nei minuti finali in primis da Spinazzola che si è costruito il ritmo di gioco minuto per minuto e poi da Ronaldo che ha saputo gestire al meglio il cross del suo compagno spedendo la palla alle spalle di Sirigu con un colpo di testa dei suoi.
La partita si è colclusa con il risultato di 1-1, Torino che ha perso 3 punti fondamentali vista l’importanza di questa partita e Juventus che è riuscita a riportare ordine solo nei minuti finali dopo l’ennesima prestazione deludente.