Bianca Andreescu WTA, chi è questa stella nascente

Bianca Andreescu WTA, chi è l'atleta che si definisce una 'nuova Cenerentola'. Origini e vittoria contro Angelique Kerber e suo ranking WTA attuale.

868
bianca andreescu WTA

Bianca Andreescu, tennista canadese appena 18enne,

ad Indian Wells, California (USA), ha sconfitto la tedesca Angelique Kerber, campionessa in carica a Wimbledon ed in passato numero 1 del mondo, conquistando il suo primo torneo ai WTA al BNP Paribas Open domenica pomeriggio 17 marzo. Bianca Andreescu è già un idolo nel suo Paese, avendo riportato dopo 15 anni la vittoria al Canda. Queste le dichiarazioni a caldo dell’Andreescu dopo la  vittoria, Ci sono stati alcuni alti e bassi in alcune partite, ovviamente, il tennis non è uno sport perfetto, come non lo sono ioquesta vittoria significa tutto per me.

 Le origini di Bianca Andreescu

Il tennis canadese femminile torna finalmente alla riscossa con un nuovo astro nascente. Cosa sappiamo di lei? La ragazza, classe 2000, è di evidenti origini rumene.  I suoi genitori si sono trasferiti in Canada, nel Mississagua, dove la ragazza ha iniziato a giocare a tennis prima di trasferirsi a Toronto per allenarsi con gli altri atleti nella Accademia nazionale. Il suo idolo è una conterranea, l’ex numero Uno al mondo, la romena Simona Halep che raggiunse la finale del Roland Garros quando Bianca era appena adolescente.

L’incontro Andreescu-Kerber

L’Indian Wells è stato il debutto della giovanissima tennista in un evento del Premier Mandatory. La vittoria sembrava già assicurata dopo il 6-4 iniziale, ma la Kerber aveva saputo abilmente ribaltare la situazione con un 3-6. Come si sarà sentita Bianca a questo punto della partita? “(a 2-3 nel terzo set ndr), dopo aver parlato con il mio allenatore, ho lasciato perdere tutto, ha detto l’Andreescu. A quel punto ero davvero stanca, quindi ho puntato maggiormente sui miei shots, e ovviamente, la cosa ha funzionato…Ho combattuto fino alla fine, perché fisicamente non mi sentivo troppo bene. Sì, ho combattuto fino alla fine, sono riuscita a farcela. La vittoria è infatti arrivata con un 6-4. 

Questa impresa ricorda quella dello scorso anno dell’attuale numero Uno Naomi Osaka, anche lei aveva vinto il suo primo titolo WTA come outsider a Indian Wells. L’Andreescu diventa così la quarta campionessa outsider dopo Serena Williams (nel 1999), Kim Clijsters (nel 2005) e la Osaka.

È stato un viaggio pazzesco, ha continuato la Andreescu, davvero come quello di una nuova Cenerentola, Naomi l’ha fatto l’anno scorso e ora poter avere il mio nome davanti a quello di tanti campioni fantastici è…per me significa tutto. Traspare davvero tanto entusiasmo e stupore dalle parole di Bianca ed è impossibile non rimanerne contagiati!

L’adolescente canadese ha anche stabilito un nuovo record, diventando la prima wild card a raggiungere e vincere la finale nella storia del torneo. Contando anche la Andreescu, sono sette le campionesse diverse che hanno vinto negli ultimi sette anni

24°WTA ranking

L’Andreescu ha raggiunto così la posizione numero 24 della classifica  WTA, un enorme balzo per lei che all’inizio dell’anno non era nemmeno nella Top 150. Nonostante la sconfitta in finale, la Kerber è passata ottava a quarta nelle classifiche pubblicate il 18 marzo u.s.. Bianca si è conquistata subito fans un po’ da tutto il mondo che sicuramente aumenteranno dopo la vittoria di questi giorni. Forse ha colpito gli spettatori la sua (apparente?) mancanza di paura di mettersi in gioco contro le big del tennis mondiale. Forse li ha colpiti invece il suo modo di giocare sbalorditivo, ricco di energia.

Il suo colpo da sempre di maggior successo è il dritto, un colpo sicuro con il quale tende a fare gioco spostandosi spesso sullo sventaglio o anche solo dal centro del campo, in tutte le direzioni e con svariate angolature. La ragazza vanta allenatori come Andre Labelle e Natalie Tauziat, tennista francese ex numero Tre del mondo e finalista a Wimbledon nel 1998, che hanno contribuito alle vittorie dell’atleta dal 2017 a oggi. Bianca Andreescu ha esordito in Fed Cup nel mese di aprile 2017 nell’incontro Canada – Kazakhstan, fondamentale per la permanenza del paese nordamericano nel World Group II.

In quell’occasione a Montreal Bianca è stata protagonista segnando il punto decisivo della vittoria sulla ex top Trenta e quarta finalista Slam Yaroslava Shvedova. Ha conquistato così il cuore dei suoi connazionali . Si è fatta notare anche nell’estate 2017 in Nord America raggiungendo i quarti del WTA a Washington battendo Camila Giorgi prima e Kristina Mladenovic su quella che lei definisce il suo terreno di gioco preferito, il cemento.