adv-861
<< POLITICA

Il riflusso

| 19 Luglio 2017 | POLITICA

La lunga carovana delle truppe cammellate, che aveva lasciato il vecchio sultano in difficoltà, per mescolarsi con eserciti parzialmente vittoriosi e consolidarne, dietro lauto compenso, le posizioni, sta ritornando mestamente a casa. È di oggi la dichiarazione di Alfano, il quale annuncia la fine di un amore, quello con il PD, scoprendo, dopo quattro lunghi anni di governo, l’eterogeneità dei fini, l’incompatibilità dei caratteri, la nostalgia per il tempo che fu.

Buon ultimo, col capo pelato non ancora cosparso di cenere e quasi riluttante, ma indotto alla resa dalla snervante diaspora di peones, che si accalcano sulla via del ritorno, alla disperata ricerca di ulteriori segmenti di futuro. Uno spettacolo desolante, questa fine tragicomica della legislatura, che proietta ombre inquietanti sulla pochezza di una classe dirigente priva di ideali, di dignità, di compostezza, inadeguata a guidare un Paese in difficoltà come il nostro, indebitato, invaso, ingiusto.

È un riflusso di capitani di ventura ormai sprovvisti di truppe, utili soltanto a rimpolpare i gruppi parlamentari di FI nell’ora dedicata alle ultime acrobazie, che consente al grande capo di pavoneggiarsi ed alla piccola stampa nostrana di esaltarne la centralità.
Il tutto mentre nel campo avverso lo scontro delle armi fratricide produce rumori sinistri ed annuncia una stagione di grande incertezza ed instabilità politica.

adv-508
Articoli Correlati