“I leggendari Henry Ford e Alfred Sloan, i fondatori di Ford e General Motors, si stanno rigirando nella tomba di fronte alla debolezza dei manager delle loro società che vogliono spendere di più su auto non sicure e che costano ai consumatori 3.000 dollari in più”.

Lo twitta Donald Trump tornando ad attaccare i vertici della case automobilistiche per aver accolto con freddezza la sua proposta sulle emissioni. Un piano che allenta i paletti dell’era Obama e che ha spinto quattro case automobilistiche a siglare un accordo con la California.

“Henry Ford sarebbe molto deluso se vedesse i suoi discendenti che vogliono costruire una vettura più costosa, meno sicura e che non funziona bene perché i manager non vogliono combattere con le autorità della California” afferma Trump.

“Le case automobilistiche devono sapere che quando questa amministrazione non sarà più disponibile, la California le spremerà fino a rovinare il loro business. L’unica ragione per cui la California parla con loro è perché le norme federali offrono un’alternativa migliore” aggiunge Trump.

Ford, Honda, Volkswagen America e BMW North America hanno firmato un’intesa con la California per la riduzione delle emissioni. Un accordo che ha colto di sorpresa Trump, facendolo correre ai ripari.