Cinque banche sono indagate a Milano nell’ambito di un’indagine su una presunta truffa sulla vendita di diamanti a investitori e risparmiatori. Nell’ambito dell’inchiesta, il Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza sta eseguendo un decreto di sequestro preventivo di oltre 700 milioni di euro. Le banche indagate sono Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti e rispondono della violazione delle legge 231 del 2001.

È stato indagato anche il direttore generale di Banco Bpm Maurizio Faroni nell’inchiesta della procura di Milano su una presunta truffa nella vendita di diamanti. A Faroni vengono contestate le accuse di concorso in truffa, autoriciclaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni di vigilanza. Nell’indagine, inoltre, sono indagati anche altri dirigenti di Banco Bpm, oltre a responsabili delle due società IDB e DPI che vendevano i preziosi agli investitori.

C’è anche la rockstar Vasco Rossi tra i clienti che hanno investito in diamanti e che sarebbero stati truffati, come risulta dall’inchiesta della Procura di Milano che ha portato la GdF ad eseguire un sequestro preventivo di oltre 700 milioni di euro a carico delle cinque banche. In particolare, da quanto si è saputo, il cantante avrebbe investito 2,5 milioni di euro. Nell’elenco dei clienti raggirati figurerebbe anche l’industriale Diana Braccoura.