Su proposta del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio è stato riattivato il tavolo di confronto sulla non autosufficienza, al fine di avviare una discussione generale sulle prospettive di riforma del settore e, nello specifico, per condividere i contenuti del primo piano per la non autosufficienza.

I lavori del tavolo sono stati coordinati dal Sottosegretario al Lavoro, Claudio Cominardi e dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla disabilità, Vincenzo Zoccano.

Nel 2019 la legge di Bilancio ha stanziato 573,2 milioni di euro per il fondo per le non autosufficienze, la dotazione più alta da quando è istituito. La riapertura del tavolo tecnico sulla non autosufficienza è il primo passo per la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni, così da rendere omogenea l’offerta di servizi sul territorio.

Nel corso dell’incontro è stato illustrato alle associazioni, alle parti sociali intervenute, ai rappresentanti di Regioni e comuni e al rappresentante del Ministero della Salute una ipotesi di piano che porti alla creazione dei livelli essenziali delle prestazioni su scala nazionale.

Il Sottosegretario Cominardi si è impegnato a sollecitare il Ministero dell’Economia per prevedere un ulteriore incremento del fondo nella prossima legge di bilancio.