Non mancano le polemiche in questa 31° giornata di Serie A, per arbitri e VAR un altra giornata da dimenticare.

La Juventus batte il Milan in casa tra le polemiche, rigore netto non dato ai rossoneri e rigore dubbio concesso a Dybala per presunto fallo di Musacchio. Il milan sblocca la gara con Piatek nel finale di primo tempo, dopo aver dominato la gara.

Nella ripresa un altra Juve trova il pareggio dal dischetto con Dybala, poi completa la rimonta con il solito Kane. Nel finale Mandzukic, scalcia Romagnoli senza palla in area di rigore, l’arbitro non interviene, restano molti dubbi.

Il Torino non và oltre lo 0-0 al Tardini con il Parma. La squadra di Mazzarri sembra essere una lontana parente di quella vista Mercoledì con la Sampdoria.

La Roma reagisce alle critiche delle ultime settimane, e con una prova di grande carattere vince a Marassi contro la Sampdoria. Il gol arriva nel finale con il tapin vincente del capitano Daniele De Rossi. I giallorossi ritornano a vincere dopo tre risultati negativi. L’ultima vittoria in Serie A era datata 11 Marzo, in casa con l’Empoli.

Polemiche in casa viola

La Fiorentina cade in casa con il Frosinone, sotto i fischi del Franchi. La squadra di Pioli si divora tanti gol e viene punita nel finale dalla bella girata di destro di Ciofani, che spegne quasi definitivamente le ambizioni europee della Fiorentina.

La società si è riunita, visti gli ultimi risultati e ha diramato un comunicato che sollecita allenatore e giocatori di mettere il massimo impegno nel finale di campionato e nella semifinale di Coppa Italia.

Le gare della Domenica

L’Udinese vince in rimonta in casa con l’Empoli e allontana la zona retrocessione. Accade tutto nel primo tempo con l’Empoli che và in vantaggio con Caputo ma viene raggiunta subito dal gol di De Paul. La squadra di Andreazzoli ritrova il vantaggio con Krunic 10 minuti più tardi.

Nel finale di primo tempo prima De Paul dal dischetto e poi Mandragora regalano il definitivo 3-2 agli uomini di Tudor.

Il Cagliari, nello scontro diretto per  restare in Serie A contro la Spal, ottiene 3 punti che valgono oro. I padroni di casa passano in vantaggio con Faragò ma vengono subito raggiunti dal gol di Antenucci.
Nella ripresa il Cagliari trova il gol del definitivo 2-1 firmato da Leonardo Pavoletti.

Pareggio roccambolesco all’Olimpico di roma tra Lazio e Sassuolo. I padroni di casa vanno in vantaggio nella ripresa con Immobile che trasforma un rigore al quanto dubbio per mani di Locatelli. Il Sassuolo reagisce subito e trova prima il pareggio con Rogerio, poi il gol dell’1-2 di Berardi.

Nel finale forcing della Lazio che le prova tutte e trova il pareggio solo al 95° con gol a porta vuota di Sedan Lulic.

Partita poco spettacolare al San Siro tra Inter e Atalanta. Poche le occasioni, uno 0-0 che non serve a nessuno ma che rispecchia l’andamento della gara.
Icardi torna nel proprio stadio e le due curve si dividono tra fischi e applausi, l’ex capitano dell’Inter dovrá sudare per ricucire il rapporto con le curve.

Il Napoli non vá oltre il pari in casa contro il Genoa. Gli uomini di Ancelotti sembrano sulle gambe e non hanno più l’esplosivitá mostrata nelle ultime settimane. Dries Mertens sblocca la gara a metá ripresa, nel finale di primo tempo Callejon si divora il gol del 2-0 e il Genoa sul ribaltamento di fronte trova l’1-1 con Lazovic.

Inutile l’assalto finale azzurro, che sbatte più volte sul muro eretto dal Genoa e soprattutto su un fenomenale Radu.

Il Bologna, nel Monday Night di Serie A, asfalta il Chievo battendolo per 3-0. Concessi due penalty nel giro di tre minuti ai rossoblù, trasformati entrambi da Pulgar. Nel finale di gara, mette la firma anche Dijks. Bologna che sorpassa momentane l’Empoli in quella che sembra essere la sfida più calda per la zona retrocessione.